L'ultima poesia in crociato di DK44. Poi sarà tempo di spiccare definitivamente il volo

02.08.2020 14:43 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'ultima poesia in crociato di DK44. Poi sarà tempo di spiccare definitivamente il volo

Ci mancheranno le sue giocate, i suoi dribbling, la sua fame, il suo immancabile impegno. Ci mancherà lui, Dejan Kulusevski, il talento svedese che, con la sua immensa classe, in soli dodici mesi ha fatto innamorare una città intera. Prima di salutarlo, però, c'è ancora un ultimo giro di giostra, un'ultima poesia da leggere tutta d'un fiato. E allora niente musi lunghi, niente lacrime. Godiamoci per l'ultima volta le magie in maglia crociata del talentino classe 2000 e gioiamo del fatto di averlo potuto ammirarlo da vicino, seppur soltanto per un anno. 

10 gol e 9 assist in 38 incontri ufficiali: è questo l'invidiabile score di Kulusevski alla sua prima vera stagione in Serie A: un'annata che faranno fatica a dimenticare sia Parma che lo stesso ragazzo, il quale nell'estate scorsa era arrivato in Emilia da perfetto sconosciuto, e ora ci saluta da campioncino, pronto a spiccare definitivamente il volo a Torino accanto a giganti come Cristiano Ronaldo e Dybala. Apri le ali, Dejan, e sfreccia a tutta velocità nel firmamento dei grandi. Prima, però, regalaci un'ultima indimenticabile poesia, con addosso la maglia che ti ha reso ciò che sei oggi: quella crociata.