Il Parma premiato col premio Sassi per l'inserimento di due lavoratori con disabilità

06.12.2019 19:58 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il Parma premiato col premio Sassi per l'inserimento di due lavoratori con disabilità

Un bel riconoscimento per il Parma che ha vinto il 7° Premio Qualità Sociale d’Impresa “Luisa Sassi”, nella categoria “Buone Prassi”. Il premio, promosso dal Consorzio Solidarietà Sociale in collaborazione con Agenzia Emilia Romagna Lavoro, Anmic, CSS Lavoro e con il sostegno di Fondazione Cariparma, è stato ritirato dall'AD crociato Luca Carra direttamente dalle mani della campionessa paralimpica Giulia Ghiretti. Il riconoscimento è dedicato alle realtà del territorio parmigiano che si sono distinte nell’inserimento lavorativo delle persone disabili e punta a mettere in luce e valorizzare l’impegno concreto di quelle aziende che hanno dato prova di una forte responsabilità sociale, scegliendo di andare oltre gli obblighi di legge riservando alle persone con disabilità ulteriori opportunità formative e occupazionali, percorsi personalizzati e buone pratiche di inserimento al lavoro.

Nel caso del Parma, il percorso intrapreso ha avuto uno snodo fondamentale nel 2019, esattamente nel mese di Maggio, quando la società crociata ha coinvolto le cooperative Saltatempo e COLSER, facenti parte del Gruppo COLSER-Auroradomus, nell’attivazione di due convenzioni art. 22 per l’inserimento di due lavoratori diversamente abili. Grazie allo strumento della Convenzione art. 22 il Parma Calcio ha potuto ottemperare alla legge 68/99, garantendo un servizio di pulizia all’interno del centro sportivo di Collecchio per il quale sono state assunte due persone disabili che attualmente svolgono in autonomia le varie attività richieste, grazie anche all’organizzazione del lavoro da parte di Saltatempo sotto la supervisione di COLSER, fornitore storico dei crociati.