D'Aversa: "Svolto ottimo ritiro, i ragazzi hanno l'atteggiamento giusto. Evacuo? Ho bisogno anche di lui"

15.01.2017 13:34 di Nico D'Agostino   vedi letture
D'Aversa: "Svolto ottimo ritiro, i ragazzi hanno l'atteggiamento giusto. Evacuo? Ho bisogno anche di lui"
© foto di Alberto Porti/ParmaLive.com

Intervenuto in conferenza stampa, mister Roberto D'Aversa ha analizzato tantissimi argomenti, dalla rosa, al mercato, alla condizione ai nuovi arrivi. Ecco le sue parole: "I ragazzi hanno svolto un ottimo lavoro e sono stupito per come sono rientrati, si sono allenati anche durante la pausa quindi hanno dimostrato una grande mentalità. Compatibilmente con le temperature hanno svolto ottimo lavoro".
 
Le voci di mercato distraggono?
"Aspetto positivo di questo periodo è l'assenza di partite anche se il mercato può creare dei problemi. Ho chiesto di lasciare tutto da parte anche perché il calcio insegna che quello che appare definitivo oggi può cambiare domani, quindi bisogna lavorare tanto oggi che è la cosa più importante. I ragazzi devono essere convinti se sono qui anche se ci sono voci di mercato, la gara importante è domenica prossima non il 29 col Venezia".

Ci sono confronti quotidiani con la dirigenza per il mercato?
"Si, ma quando si va in campo per lavorare bisogna farlo, inutile pensare ad eventuali arrivi, io sono abituato ad ottenere il massimo da chi ho a disposizione, è questo il mio approccio".

Dove è migliorata la squadra in questo periodo visto che ha insistito sul palleggio e la pazienza?
"Sotto l'aspetto tecnico si può sempre migliorare, a prescindere dall'età, anche in fase difensiva I ragazzi stanno interpretando il lavoro nella maniera ottimale, credo che avessero bisogno di certezze e l'atteggiamento che assumono negli allenamenti lo dimostra. Grande impegno e concentrazione e siccome credo che la partita sia sempre figlia del lavoro settimanale, sono segnali positivi".

Non ci sono state delle amichevoli.
"La nostra amichevole fra di noi di oggi ci ha fatto bene per il minutaggio perché dovevo dare sessanta minuti alla maggior parte dei ragazzi poi ricordiamo che gli infortuni sono sempre dietro l'angolo. Comunque la prossima settimana sarà quella di sempre. Il clima e il campo non ci aiutano e perciò volevamo andare in ritiro ma avremmo trovato le stesse condizioni".

Cosa manca secondo lei a questa rosa?
"Credo come già detto in passato che se giocassimo con tre attaccanti ci servirebbe qualche esterno anche se è arrivato Edera perché Nocciolini non è ancora al meglio. Ma il mercato non ti consente sempre di prendere quello che desideri anche perché bisogna migliorare, non ha senso cambiare tanto per farlo".

Qual è la situazione Evacuo?
"Felice è importantissimo e se si giocasse col 4-3-3 uno delle sue caratteristiche potrebbe essere un po' sacrificato ma per le sue condizioni psicofisiche. Ma un Evacuo recuperato è importantissimo, lo stimo tantissimo avendolo cercato anche a Lanciano per due anni. Voglio recuperarlo al 100% perché è importante anche se devo fare valutazioni a 360 gradi ma è ovvio che si somiglia con Calaiò. Poi non sono nella sua testa e non so cosa voglia fare di preciso".

La sua condizione è migliorata?
"Ora è migliorata ma deve crescere ancora, però la situazione era un po' generica quando sono arrivato. Lui è abituato a giocare di più e a fare la differenza e la fiducia se giochi poco scende (come a tutti gli altri) ma lui è uno tosto".

Ora bisognerà fare delle scelte sofferte nella rosa migliorata anche a centrocampo e difesa.
"Per ottenere risultati importanti ci vuole la competitività nei ruoli e nei reparti con il doppio ruolo ed è meglio avere giocatori importanti. Ad esempio in attacco io credo che per ottenere questi risultati ho bisogno sia di Calaiò che di Evacuo. Serve qualità e gli infortuni, come detto, sono dietro l'angolo".

Mammarella?
"Sarebbe indelicato per Nunzella e Ricci che ha delle qualità enormi se capisce di poterle sfruttare, che stanno facendo bene. Mammarella per ora lasciamolo stare dove sta".

Dovrebbe arrivare Frattali, che ruolo avrà?
"Il portiere è un ruolo particolare deve essere sereno e io ho sempre dato gerarchie, per ora il titolare è Zommers e resta lui non deve preoccuparsi".

Le caratteristiche di Scozzarella e Edera?
"Scozzarella viene da un anno importante a Trapani, è un giocatore tecnico e di personalità ma come lo è Corapi ed anche Miglietta. Edera è una giovane promessa con qualità importanti ma deve crescere per affermarsi perché le problematiche dei giovani è la crescita ed il passaggio dalle giovanili alla prima squadra. È tecnico e rapido di piede sinistro utilizzabile anche a piede invertito ed ha una buona gamba".

Quale sarà il primo desiderio dal primo febbraio la chiave per stimolare i ragazzi?
"Ciò su cui lavorerò a prescindere dal mercato, è l'atteggiamento di questo mese, altro nnn mi preoccupa anche se Venezia, Padova, Reggiana e Pordenone ambiscono alla vittoria ma noi non ci sentiamo appagati da quello che abbiamo fatto e vogliamo continuare come in questo ultimo mese".