D'Aversa a Sky: "Immagini chiare. Non si è corretti se non si usa il VAR"

09.02.2020 20:42 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
D'Aversa a Sky: "Immagini chiare. Non si è corretti se non si usa il VAR"

Intervenuto ai microfoni Sky, l'allenatore crociato Roberto D'Aversa ha usato parole dure per commentare gli episodi dubbi verificatisi contro la Lazio: "Che cosa vi dovrei dire? Da tutte le immagini si vede che è un rigore netto. Ce n'era anche uno su Bruno Alves: il difensore si disinteressa del giocatore. Che cosa dobbiamo commentare? Stasera faccio fatica. Il problema è che quando una squadra è la più corretta del campionato, e questo lo dicono le statistiche, poi si passa per essere per stupidi. A me non piace commentare gli episodi arbitrali, però è inutile che l'arbitro faccia il simpatico nell'intervallo: l'arbitro deve essere simpatico arbitrando in maniera corretta. A Cornelius già nel primo tempo era andato a dirgli che si era buttato. I giocatori vanno studiati: il danese è uno dei giocatori più corretti d'Europa. Si può sbagliare, gli errori li ho sempre accettati, però stasera purtroppo cosa dovrei dire ai miei ragazzi? Hanno fatto una grandissima prestazione".

Che spiegazione vi ha dato l'arbitro?
"A fine partita l'unica cosa che ho fatto è stata portare via tutti i ragazzi per evitare situazioni spiacevoli a caldo. E' inutile discutere, le immagini sono chiare".

Perché non è andato a vedere al VAR?
"La tecnologia c'è, se fosse andato a vedere sarebbe stata inevitabile la concessione del penalty. La cosa che mi dà più dispiacere è però che Inzaghi, mio carissimo amico, ha detto che nel primo tempo ci poteva essere un rigore per loro. Zero assoluto, bisogna vedere il VAR: poi se c'è un errore lo si accetta. Ma non possiamo accettare una situazione del genere, posso recriminare anche sul gol della Lazio: Immobile tocca il pallone col braccio. Le regole son quelle, se non si utilizza il VAR si torna indietro. Non voglio togliere merito alla Lazio né creare alibi alla mia squadra: già da domani lavoreremo per cercare di eliminare gli errori commessi oggi. Ma quello che si è visto stasera è palese, altrimenti prendiamo in giro una città, prendiamo in giro i tifosi. Non andare a vedere il VAR vuol dire non essere corretti. Ho preso un giallo per aver calciato una bottiglia e poi succedono queste cose? Non scherziamo ragazzi, non ci sto a passare per stupido".