Cardone: "Il Parma ha difficoltà fisiche, arriva sempre per secondo. Non c'è tempo per aspettare"

08.02.2021 18:12 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Cardone: "Il Parma ha difficoltà fisiche, arriva sempre per secondo. Non c'è tempo per aspettare"
© foto di Federico De Luca

La piazza di Parma la conosce benissimo, essendone stato capitano e allenatore delle giovanili. Parliamo di Giuseppe Cardone, ex difensore crociato, che ai microfoni di TMW analizza il momento della squadra di mister D'Aversa: "La situazione certamente è complicata ma faccio un'analisi ben precisa. Credo che se una squadra di livello medio come il Parma è deficitaria sotto l'aspetto fisico ha poche possibilità, ma sono convinto che ne siano consapevoli e che stiano lavorando per trovare la forma ottimale. Così fai fatica e arrivi secondo su ogni palla, corri a vuoto e non la prendi mai". 

La campagna acquisti è stata troppo basata sui giovani? 
"Ne leggo tante, anche che serve il carattere. Io in realtà sono convinto che buona parte dei problemi sia la condizione fisica ancora da recuperare, perché testa e gambe sono legate tra loro e se le gambe non rispondono è un problema. Quanto alla campagna acquisti l'inserimento rapido dei giocatori è anche correlato all'entusiasmo o alle difficoltà del momento. In questa fase c'è meno leggerezza però credo che a voler guardare i numeri ci siano le possibilità per saltar fuori da questa situazione. Il Torino in fondo è a tre punti. Ce la può fare. Cercare il colpevole ora serve a zero, occorre rimediare". 

Che pensa di Pellè e degli altri acquisti? 
"Sicuramente non si può rimproverare niente a Krause: quest'estate e anche adesso a gennaio il presidente ha investito. Male o bene? Questo è un altro discorso ma anche nella sessione invernale è intervenuto. Leggevo di Scamacca, ma non è stato possibile. Hanno comunque fatto il massimo. Pellè lo conosciamo ma è da un po' che è fermo e col suo fisico possente forse ha bisogno di tempo per entrare in condizione. Potenzialmente gli acquisti fatti sono interessanti. Il tempo però per aspettare purtroppo non c'è".