Sepe voto 7.5 - Un prodigio di continuità, ormai è uno dei migliori cinque portieri in Italia

03.08.2020 16:05 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
Sepe voto 7.5 - Un prodigio di continuità, ormai è uno dei migliori cinque portieri in Italia
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Per Luigi Sepe questa rappresenta senza dubbio l'annata della consacrazione e non esito a definirlo come uno dei migliori giocatori del Parma durante la stagione. Il miglioramento più sostanziale lo abbiamo notato nel gioco coi piedi: l'ex Napoli è diventato un vero regista arretrato per la manovra, utilissimo con il cambio di mentalità avuto dalla squadra e imposto dal tecnico D'Aversa. Le voci sul ritorno a Napoli, costanti, non l'hanno minimamente distratto, tant'è che il primo vero errore della sua stagione è arrivato nella penultima giornata, a Brescia, con il Parma già ampiamente salvo grazie anche alcune sue prestazioni superlative. Rispetto all'anno scorso è cresciuto non solo nella tecnica di base ma anche nella continuità, nonostante un infortunio che sembrava grave e che invece lo ha tenuto fuori solo per qualche partita (complice il lockdown, ndr) costringendo Radu a concludere la sua esperienza nel Ducato con zero minuti nonostante fosse stato preso proprio per fare il titolare al posto di Sepe. VOTO 7.5

I NUMERI - 35 presenze e 54 gol subiti nella sua stagione, con appena cinque gare a porta inviolata. Sa però rendersi protagonista con ben tre rigori parati. 

IL MOMENTO TOP - Il rigore parato a Quagliarella alla quindicesima giornata di campionato rappresenta un momento chiave per la stagione di Sepe e del Parma stesso: sarà il migliore in campo quella sera e la squadra conquisterà tre punti assolutamente fondamentali nel raggiungimento anticipato dell'obiettivo salvezza. 

IL MOMENTO FLOP - La grande naturalezza con cui il Parma ha impostato il proprio gioco in stagione, partendo da dietro, fa prendere anche qualche rischio in più alla difesa e in occasione di Brescia-Parma di una settimana fa a sbagliare è stato proprio l'estremo difensore napoletano. Il gol di Dessena nasce da un rinvio affrettato e sbagliato di Sepe, un errore che non pregiudica comunque la sua grandissima stagione. 

IL FUTURO - Le voci su un ritorno al Napoli sono sempre presenti, ma al momento parlare di futuro sembra quantomeno azzardato: di certo non sarebbe fruttuoso tornare a fare il secondo di qualcuno per Sepe, che con questa stagione si è consolidato come uno dei migliori portieri in Italia, con almeno altri dieci anni di carriera davanti.