L'ora di Mihaila: il rumeno non può più restare fuori

17.02.2021 20:42 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
L'ora di Mihaila: il rumeno non può più restare fuori
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Valentin Mihaila è l'uomo più in forma del Parma. Il giovane rumeno non ha ancora avuto una chance dall'inizio in campionato, ma soprattutto nelle ultime gare, quando subentrato, ha messo in mostra tutte le sue qualità, certamente grezze, ma certamente presenti. Il classe 2000 ha avuto un inizio stagione travagliato, lottando contro una fastidiosa pubalgia che lo ha tenuto lontano dal campo fino a metà dicembre, quando ha iniziato a lavorare con la squadra. Una volta entrato in rodaggio però, il numero 28 crociato non ha trovato quello spazio che forse pensava di poter trovare, complice un reparto, quello offensivo, con numeri difficili. 

Dopo l'esordio nel finale contro il Torino, in cui subito fece intravedere qualcosa nonostante la debacle crociata, il rumeno è stato il migliore dei ducali contro l'Atalanta, gara in cui subentrò dopo pochi minuti all'infortunato Karamoh. Da lì Mihaila avrebbe giocato quasi tutte le gare, seppur solo per gli ultimi minuti, mai più di venti, se non in Coppa Italia contro la Lazio, gara in cui ha siglato la sua prima rete in maglia Parma. Mihaila ha mostrato di poter dare quel guizzo, quel cambio passo che il Parma in questo momento non ha, e seppur il talento del rumeno sia ancora acerbo e chiaramente da sgrezzare (il giallo preso contro l'Hellas denota ancora una maturità che deve, per ovvi motivi, ancora arrivare), Mihaila ha mostrato personalità, provando a calciare e a guidare la squadra nelle ultime, complesse, sfide. Visti i numeri dei suoi competitor sarebbe assurdo non giocarsi la carta Mihaila per più di quindici minuti.