Kucka, il leader che vuole rimanere a tutti i costi

15.08.2020 20:36 di Lorenzo Corradi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Kucka, il leader che vuole rimanere a tutti i costi

Uno dei protagonisti principali di questa stagione crociata è sicuramente Juraj Kucka. Lo slovacco, arrivato a Parma nel gennaio del 2019, è diventato subito una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di mister D’Aversa, anche grazie alla sua duttilità. Infatti, da quando veste la maglia gialloblu ha ricoperto diversi ruoli come l’esterno e il falso nove garantendo sempre equilibrio alla squadra grazie alla sua qualità e determinazione. E’ divenuto fondamentale per la crescita di tutto il gruppo Parma, infatti non è solo un caso che i crociati raccolgano meno punti in media senza la sua presenza in campo. Il guerriero slovacco corre, lotta, si sacrifica, recupera palloni ed è anche decisivo in zona gol. “Se non mi cacciano io da qui non me ne vado più”, aveva detto scherzando a qualche tifoso in gelateria a Parma qualche settimana fa. Il contratto scade nel 2022, quando lo slovacco avrà trentacinque anni ma per ora non ci si pensa.

Questa sessione estiva di mercato potrebbe vedere l’addio di qualche pilastro che ha trainato il Parma negli ultimi due anni di Serie A (Sepe? Gervinho?) e a maggior ragione lo slovacco dovrà caricarsi il gruppo sulle spalle, attraverso la sua esperienza e la sua qualità da tuttofare. Il Parma in attesa di un mercato che si sta delineando, in questi giorni, tra rinnovi e cessioni può già ripartire dal suo leader: Juraj Kucka