Il capolavoro tattico dell’allenatore: D’Aversa la vince dalla tribuna

15.03.2021 15:40 di Rocco Azzali   Vedi letture
Il capolavoro tattico dell’allenatore: D’Aversa la vince dalla tribuna
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Un peccato non sia potuto essere a stretto contatto con i suoi ragazzi durante i 90 minuti della partita del Tardini, causa la squalifica rimediata al Franchi che lo ha tenuto sugli spalti per tutta la gara. Roberto D’Aversa, comunque, in settimana è stato presente ed ha preparato la sfida di ieri nei minimi dettagli: il frutto del lavoro svolto si è visto in campo ed è stato coronato da un risultato eccezionale, figlio di una prestazione maiuscola da parte di un gruppo affamato di punti.

Il Parma sin dal primo tempo si è dimostrato solido, compatto ed attento ai tentativi di verticalizzazione della Roma, rispondendo colpo su colpo ai palloni destinati a Dzeko. I crociati si sono fatti trovare preparati sulle incursioni degli esterni giallorossi, coadiuvati dalle sovrapposizioni dei terzini, a loro volta ben raddoppiati in marcatura da un attento pacchetto difensivo. Hernani e Brugman hanno svolto un lavoro encomiabile facendo da frangiflutti nella propria metà, recuperando tanti palloni e facendo ripartire la manovra sulla spinta delle due ali che spesso e volentieri trovavano la profondità. Con un centravanti esperto e di presenza come Pellè si poteva contare anche sui rilanci dalla difesa quando la situazione si faceva complicata, sfruttando le sue doti da attaccante che sa gestire il gioco spalle alla porta, capace di far salire la squadra ma anche di puntare l’uomo: il rigore che si è guadagnato ne è l’esempio. Mister D'Aversa ha previsto gli eventuali spauracchi che i capitolini avrebbero potuto creare ai suoi ragazzi ed è stato abile nell'imbigliare tutte le loro fonti di gioco, con una Roma che faticava a trovare pertugi praticabili.

Che dire, una grande partita, che ci ha dimostrato che questo Parma sa anche soffrire senza poi precipitare nel finale, ma rimanendo unito e coeso fino al triplice fischio: il suono più bello della domenica, quando ti lascia in regalo i 3 punti.