#Rewind 2020 - Dicembre: serie di pareggi, ma si chiude l'anno con due ko pesanti

01.01.2021 23:05 di Donatella Todisco   Vedi letture
#Rewind 2020 - Dicembre: serie di pareggi, ma si chiude l'anno con due ko pesanti

Parte benino, finisce male. E desta qualche preoccupazione per l'avvio del 2021. Preoccupazioni che potranno essere in parte smentite soltanto col mercato. Il mese di dicembre del Parma è stato particolare, contrassegnato da 5 impegni per i ducali. La buona notizia è invece rappresentata dalla volontà di rinnovo di contratto da parte di Bruno Alves.

PARMA-BENEVENTO - Termina a reti bianche la sfida di campionato del Tardini contro il Benevento. la squadra campana, più dello Spezia, si dimostra all'altezza della categoria. Il Parma regge ma non riesce neppure a trovare la strada per la vittoria.

MILAN-PARMA - La grande illusione. La vittoria era quasi ad un passo, poi è sfumata miseramente a tempo praticamente scaduto. Poteva essere, la gara col Milan, una svolta per mister Liverani. Ma qualcosa non ha decisamente funzionato. A San Siro tutto sembra girare per il meglio quando, al 13', Hernani trova la rete del vantaggio. Poco dopo una rete annullata ai rossoneri. E clamorosamente, in  avvio di ripresa, i ducali colgono il raddoppio al 56' con Kurtic. Sarà soltanto l'ultimo squillo emiliano. perché due minuti dopo i rossoneri accorciano le distanze con Hernandez, poi autore del clamoroso 2-2 al 91'. Fine dei sogni di gloria e 2-2 finale. Sarà per un'altra volta: le luci a San Siro rimangono accese e sul primato rossonero.

PARMA-CAGLIARI - Anche questa gara termina 0-0. E' il quarto risultato utile di fila, la striscia più importante sin qui dei ducali in campionato. Che pure, nei venti minuti finali, provano in tutti i modi a gonfiare la rete: il gioco conforta, ma manca il cinismo.

PARMA-JUVENTUS - Un passio indietro, o forse anche due o tre. Magari quattro. Come i gol siglati dalla Juventus al Tardini, bianconeri che un tempo erano stati una grande rivale da vertice. Ad inaugurare le danze è proprio l'ex Kulusevski al 23', seguito al 26' da Cristiano Ronaldo. Il portoghese si ripeterà anche in avvio di ripresa, al 48'. Chiude i conti all'85' Morata. Il Parma non si vede quasi mai, senza neppure l'accenno di una reazione credibile. Passo falso preoccupante.

CROTONE-PARMA - Se quello contro la Juventus, che certamente non pare essere sui livelli delle passate stagioni, può essere considerato un passo falso tollerabile, tale definizione viene meno col Crotone. Lo scontro salvezza dello 'Scida' coi calabresi era di quelli da non fallire. O quantomeno bisognava uscirne illesi. ma cosi non è stato. Finisce 2-1 per i pitagorici, che si rilanciano prepotentemente in corsa salvezza e superando addirittura il Torino. Decisiva la doppietta di Junior Messias, tra le varie cose autore di un pallonetto che coglie impreparato Sepe e tutta la difesa. Nella ripresa, di testa e dagli sviluppi di un corner al 57', prova a riportare i suoi in partita Kucka. Il centrocampista slovacco tenterà poi il clamoroso pareggio all'93, ma la palla uscirà fuori di un nulla. La classifica ora piange ed il primo proposito per il 2020 deve essere quello di cambiare decisamente registro.