PL - Bucchi: “Parma, per salvarti al Vigorito devi fare risultato. Col Benevento gara tattica”

02.04.2021 17:37 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Bucchi: “Parma, per salvarti al Vigorito devi fare risultato. Col Benevento gara tattica”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In attesa di tornare in pista, mister Cristian Bucchi osserva il calcio di Serie A e B cercando di trarre spunti interessanti. E alle porte c’è un importantissimo scontro salvezza che vede contrapposte Benevento e Parma: l’ex attaccante del Modena non è mai stato in gialloblù, ma nella stagione 2018-2019 ha avuto il piacere di allenare la formazione giallorossa, portandola fino alla semifinale playoff, poi persa contro il Cittadella. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico romano ai microfoni di Parmalive.com. 

Ha avuto modo di seguire il Parma sin qui? Che idea si è fatto sui ducali? 
“Sì, da spettatore ho seguito il Parma, così come tutto il resto della Serie A. Ovvio che ci si aspettava qualcosa in più, soprattutto per quello che la squadra aveva fatto negli scorsi anni. Si pensava ad un campionato diverso per i ducali, ma per una serie di situazioni, così non è stato. E' iniziato un nuovo ciclo e, magari, questo si è rivelato controproducente. Capitano a volte stagioni come questa. Ma sia Liverani che D’Aversa ce l’hanno messa e ce la stanno mettendo tutta”. 

Che ricordi ha dell’esperienza a Benevento? E' stata un'ottima stagione, ma alla fine è mancata la ciliegina sulla torta della promozione. 
“E’ stata un’esperienza bellissima, ma non conclusasi in maniera ottimale. E’ stata una serata maledetta quella dei playoff. Ma è stata una bella esperienza, il calcio li si vive in maniera intensa. E la società ha voglia di crescere, con potenzialità economiche che possono consentire stabilità in A per diverso tempo”.  

Che stadio è il Vigorito? Lei lo ha vissuto…
“Adesso la situazione è particolare, ma in tempi normali è uno stadio molto caldo. Per la squadra, è un punto di forza e dà una grande spinta. E’ uno stadio anche molto all’inglese, il pubblico sa essere numeroso ed affettuoso. In questo momento, senza pubblico, rimane un impianto molto bello e per giocare una partita di calcio è l’ideale”. 

Che partita si aspetta domani? 
“Mi aspetto una gara molto tattica, i sanniti sono ad un passo da una salvezza quasi aritmetica. I gialloblù, se dovessero perdere, sarebbero quasi in B. Al contrario, avrebbero realmente modo di riproporsi verso l’alto. Per questo mi aspetto una gara molto attenta, dove i punti pesano tantissimo. E se ci dovesse essere l’episodio che spacca la partita, ben venga”. 

Lotta salvezza: in generale, che idea si è fatto? 
“Secondo me la gara di domani è importante e ci dirà molte cose. Fino allo Spezia, allo stato attuale, molte sarebbero invischiate. Chiaro, le posizioni di Parma e Crotone possono essere le più fragili. Spezia e Benevento in questo momento sembrano più avvantaggiate. Ma non è da sottovalutare l’aspetto psicologico della partita”. 

Quanto le manca allenare? 
“Mi manca tanto, da questo punto di vista è un anno difficile e di sofferenza. Proposte sono arrivate, ma ho preferito declinare. Per allenare ho bisogno della passione giusta ed è per questo che non sono andato in fondo”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA