Amarcord - 28/05/1995, Parma batte Fiorentina 3-0: gialloblu secondi dietro alla Juventus

28.05.2016 11:39 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Amarcord - 28/05/1995, Parma batte Fiorentina 3-0: gialloblu secondi dietro alla Juventus

Ventun anni fa il Parma stava portando a termine la prima stagione in cui, per alcuni tratti del campionato, andò davvero vicino alla conquista dello scudetto. Erano ancora gli anni dei successi di Nevio Scala, prima delle spese massicce della famiglia Tanzi, tanto che l'acquisto di Stoichkov, che secondo molti segna un po' uno "spartiacque" della storia del Parma in Serie A, avvenne nell'estate dello stesso 1995. Fu una stagione particolare, con il Parma che aveva battagliato sino a poche giornate dalla fine con la fortissima Juventus: i gialloblu ci avevano creduto davvero, ma lo scudetto alla fine prese la strada di Torino.

La Juventus, appunto, aveva appena ottenuto la certezza dello scudetto battendo proprio il Parma la settimana precedente, con un perentorio 4-0 al Delle Alpi, con due reti per tempo. Sette giorni dopo, il Parma si ritrova a dover affrontare la Fiorentina, con la Lazio a tre punti di distanza: vincendo, basterebbe poi un pareggio contro il Napoli per mantenere matematicamente il secondo posto in solitaria.

Fu un match equilibrato per oltre settanta minuti di gioco, quello con i viola: squadra rognosa quella toscana, con il Parma che probabilmente subì anche i postumi della dolorosa sconfitta della settimana precedente. A un quarto d'ora dalla fine, però, una punizione di Asprilla pesca Marco Branca, entrato nella ripresa, bravissimo a bruciare Sottil e a battere l'incolpevole Toldo. Viola in confusione: a questo punto si aprono grandi praterie per il Parma, che nel giro di pochi minuti legittima il vantaggio. Ancora Sottil frana su Zola in piena area, e lo stesso fantasista si incarica della battuta del penalty: Toldo è battuto per la seconda volta nel giro di pochi minuti e il Parma si porta sul 2-0. C'è però spazio anche per il tris, segnato da Branca che realizza così la sua doppietta personale: all'attaccante basta spingere la palla in rete a porta vuota dopo un'azione perfetta dello stesso Zola.

Finirà così, 3-0, ma il Parma non riuscirà a mantenere il secondo posto solitario, perché nell'ultima giornata la squadra di Scala perderà a Napoli, e il contemporaneo successo della Lazio sul già retrocesso Brescia consentirà ai capitolini di appaiare gli emiliani in classifica. Peccato: rimarrà il rammarico di non essere riusciti a completare il capolavoro scudetto, con il Parma che in quella stagione si ritrovò a condurre il torneo in solitaria alla terza giornata, dalla settima alla dodicesima giornata, e alla quattordicesima giornata.

28 maggio 1995 
Parma-Fiorentina 3-0
PARMA: Bucci (81’ Galli), Benarrivo, Di Chiara, Minotti, Apolloni, Couto, Brolin (46’ Branca), Pin (63’ Mussi), Crippa, Zola, Asprilla.
Allenatore: Scala.
FIORENTINA: Toldo, Pioli, Luppi (46’ Sottil), Cois (46’ Cimarelli), Marcio Santos, Malusci, Tedesco, Carbone, Batistuta, Rui Costa, Baiano.
Allenatore: Ranieri.

Arbitro: Racalbuto di Gallarate.
Marcatori: 75', 83' Branca, 79' rig. Zola.