Gasperini: "Ho avuto il coronavirus, ero a pezzi. A Bergamo sembrava di essere in guerra"

31.05.2020 23:16 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Gasperini: "Ho avuto il coronavirus, ero a pezzi. A Bergamo sembrava di essere in guerra"

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport il tecnico dell'Atalanta Gian Piero Gasperini ha ammesso di aver contratto il coronavirus mesi fa, raccontando di quanto sia stata dura convivere con la malattia: "Il giorno prima della partita di Valencia stavo male, il pomeriggio della partita peggio. In panchina non avevo una bella faccia. Era il 10 marzo. Le due notti successive a Zingonia ho dormito poco. Non avevo la febbre, ma mi sentivo a pezzi come se l’avessi avuta a 40. Ogni due minuti passava un’ambulanza. Lì vicino c’è un ospedale. Sembrava di essere in guerra. Di notte pensavo: se vado lì dentro, cosa mi succede? Non posso andarmene ora, ho tante cosa da fare... Lo dicevo scherzando, per esorcizzare. Ma lo pensavo davvero".