SPAL come Atalanta e Lazio: dal ritorno in A, mai una vittoria

26.02.2020 20:14 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SPAL come Atalanta e Lazio: dal ritorno in A, mai una vittoria

Il Parma di Roberto D’Aversa, da quando è tornato in Serie A, è riuscito a rubare punti a tutte le avversarie affrontate almeno tre volte, tranne che a tre squadra: Lazio, Atalanta e proprio la SPAL. E se Atalanta e Lazio fanno parte dell’élite del nostro calcio, e proprio con i biancocelesti qualche settimana fa almeno un pareggio sarebbe stato un giusto risultato, è curioso come gli spallini siano sempre riusciti a prevalere contro i crociati. Lo scorso anno arrivarono due sconfitte molto diverse l’una dall’altra: nel primo confronto, giocato al Dall’Ara di Bologna per l’indisponibilità del Mazza di Ferrara, la squadra di Semplici si impose per 1 a 0, grazie ad una bellissima rete di Antenucci, che suggellò una gara che i biancazzurri avevano meritato di portare a casa. La gara di ritorno invece fu il crocevia del finale di stagione delle due squadre: i crociati, avanti 2-0 grazie alla doppietta di Inglese, subirono la rimonta della SPAL negli ultimi venti minuti di gara, che ribaltò il risultato in un 2-3 che diede il “la” ad una serie di risultati positivi per la squadra di Semplici, che riuscì a festeggiare la salvezza con ampio anticipo.

Al contrario, quella sconfitta segnò l’inizio del declino del Parma, che dopo un girone d’andata straordinario, cominciò a faticare, complici anche gli infortuni di uomini chiave come Inglese e Gervinho, che proprio contro la SPAL esordì in A in maglia crociata. Si arriva infine alla gara di andata di questa stagione, uno scialbo 1-0 firmato Petagna, in una delle (pochissime) gare mal giocate dal Parma. Domenica, in un’atmosfera sicuramente diversa visto lo stadio vuoto, la squadra di D’Aversa, che sarà guidata dal suo vice Tarozzi vista la squalifica del tecnico nativo di Stoccarda, punterà ai tre punti, per dare una sorta di colpo di grazia alla squadra di Di Biagio, ultimissima in classifica, e “vendicare” gli ultimi tre incroci.