Nel Parma più brutto della stagione non si salva nessuno. Vazquez irriconoscibile. Le pagelle di ParmaLive.com

08.12.2022 14:50 di Redazione ParmaLive.com   vedi letture
Nel Parma più brutto della stagione non si salva nessuno. Vazquez irriconoscibile. Le pagelle di ParmaLive.com
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Chichizola 6 – Non poteva nulla sul gol, non viene quasi mai chiamato in causa.

Hainaut 5,5 – Pecchia si affida a lui per sopperire alla pesante assenza di Delprato. In un ruolo non suo, non commette errori in fase difensiva nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa. Il suo apporto in fase di spinta però è inesistente e soprattutto nel secondo tempo c’erano molti spazi. Dal 85’ Sohm s.v.

Osorio 6 – Farias ogni tanto lo impensierisce, ma son poche le situazioni pericolose e il venezuelano se la cava.

Valenti 5,5 – In occasione del gol Forte è bravo ad anticiparlo, per il resto gestisce le pochissime minacce.

Oosterwolde 5,5 – L’unico merito di Oosterwolde è che è sempre propositivo, spinge molto e ci prova a differenza dei compagni. A differenza però dell’avvio di stagione, è veramente impreciso e sbaglia troppo, risultando inefficace. Deve ritrovare un po' di pulizia tecnica per tornare sui livelli di inizio campionato.

Juric 5 – Il croato non è mai entrato in partita. Il Benevento attacca solo a intermittenza, ma quando scende trova tanti spazi per il poco filtro del centrocampo crociato, e questo è ciò che Pecchia chiede proprio a lui. Anche in fase di impostazione è poco presente e soprattutto impreciso. Dal 46’ Bonny 6 – Uno dei migliori come atteggiamento, propositivo e con personalità. Qualche spunto interessante c’è, ma appare ancora un talento grezzo e se questa è la migliore soluzione offensiva per Pecchia è lecito preoccuparsi.

Bernabè 5 – La voglia e il dinamismo non gli mancano, ma in una partita in cui il Parma fatica così tanto, un giocatore con le sue qualità deve fare qualcosa in più. Oggi è meno ispirato e presente in fase di impostazione e commette anche qualche errore tecnico, che non ci aspettiamo da un giocatore con il suo bagaglio tecnico.

Man 5 – Un giocatore con il suo talento deve fare molto di più. Avrebbe gli spunti per spaccare la partita, ma il colpo rimane in canna. Man infatti è sempre poco deciso ed esplosivo, e se questo è l’atteggiamento in questa Serie B continuerà a faticare. Oggi a differenza delle ultime due partite non è nemmeno così efficace nell’uno contro uno. Dal 74’ Estevez 5,5 – Entra e prova a mettere corsa e intensità. Il suo impegno è lodevole, ma il suo impatto non cambia la partita.

Vazquez 4,5 – Oggi abbiamo visto il peggior Vazquez in maglia crociata. Nel primo tempo gioca da trequartista e in quella posizione si trova sempre pressato con poca libertà. Da un giocatore come il Mudo, ci si aspetta che con la sua esperienza possa gestire la situazione, invece si intestardisce in giocate che oggi non gli riescono e perde tantissimi palloni. In questa situazione perde lucidità e si innervosisce, con gesti plateali come il fallo che gli costa l’ammonizione. Ciliegina sulla torta il rigore calciato male.

Mihaila 5,5 – Continua l’incubo infortuni muscolari, per questo ragazzo che non merita tutta questa sfortuna. Al rientro da titolare il rumeno si ferma di nuovo, e questa è una perdita pesantissima per un comparto offensivo già in difficoltà. Il suo avvio di gara era stato impreciso e poco brillante, ma purtroppo oggi poco importa. Solo auguri per un veloce rientro. Dal 25’ Tutino 5 – Oggi ritrova minutaggio e si rende anche pericoloso con un buono tiro nel primo tempo che fa ben sperare. Poi però viene inghiottito nel grigiore generale e sbaglia tanto, sia tecnicamente che nelle scelte. Qualche buono spunto c’è, ma fine a se stesso.

Inglese 5 – Il doppio tap-in fallito dopo il rigore di Vazquez è l’emblema del periodo dell’attaccante crociato, zero cinismo e anche un po' di sfortuna. Oltre alle gravi difficoltà sotto porta, oggi anche la prestazione è negativa. Perde quasi tutti i duelli con i centrali del Benevento e non è efficace nemmeno nel suo lavoro di sacrificio per la squadra. Dal 46’ Benedyczak 5 – Oggi ha avuto la sua occasione nel suo ruolo e non l’ha sfruttata. Tocca troppi pochi palloni e non è mai nel vivo del gioco. Rispetto a quello che ha fatto intravedere l’anno scorso, quest’anno il suo andamento è preoccupante.