Verso Parma-Cosenza: assenze pesanti dell'ultim'ora per Pecchia. Caserta punta su Tutino

27.02.2024 17:18 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Verso Parma-Cosenza: assenze pesanti dell'ultim'ora per Pecchia. Caserta punta su Tutino
© foto di ParmaLive.com

Ultimo aggiornamento per quanto riguarda le probabili formazioni di Parma e Cosenza, alla luce delle convocazioni di Pecchia. Di seguito le ultime dai campi:

LE ULTIME DA PARMA - Alla luce della lista dei convocati di Pecchia, diffusa solo poco fa, può cambiare sensibilmente l'undici iniziale scelto dal tecnico per la gara di questa sera. Certo di un posto è Chichizola tra i pali, mentre in difesa si rivedrà presumibilmente Osorio al centro. Per formare la coppia con lui è ballottaggio tra Circati e Balogh, mentre sulle fasce possono trovare posto Delprato e Coulibaly. A centrocampo praticamente obbligata la scelta del tandem Hernani-Cyprien dopo le assenze di Bernabé e Sohm, comunicate solo con le convocazioni. Dubbi anche sulla trequarti e in attacco: Man non è al 100% ma può giocare (in caso contrario è pronto Partipilo), con Mihaila dall'altro lato, mentre per il ruolo di sottopunta la scelta è tra Bonny e Camara. Nel caso in cui tocchi all'ivoriano, Bonny potrebbe scalare in attacco, dove in corsa per una maglia ci sono anche Colak e Charpentier.

LE ULTIME DA COSENZA - Diverse assenze per Caserta, che ha convocato solo 20 giocatori per la gara di oggi. Cambi forzati, a partire dal reparto arretrato: non ci sarà infatti lo squalificato Fontanarosa. Al suo posto, davanti a Micai ritrova la titolarità Venturi, schierato di fianco a Camporese. Sulle corsie si va verso le conferme di Gyamfi a destra e Frabotta sulla sinistra. Pesante assenza anche a centrocampo, con Zuccon fermato dalla febbre: in mediana quindi dovrebbe essere Voca ad affiancare Praszelik. Sulla trequarti torna a disposizione Marras, pronto a prendersi la fascia di destra, con Canotto sulla sinistra. Entrambi però sono insidiati da Florenzi, in caso Caserta decidesse di optare per un più conservativo 4-3-3. L'unica certezza è rappresentata dalla presenza del grande ex Tutino, schierato al centro dell'attacco. Ad assisterlo potrebbe essere Antonucci, arrivato dallo Spezia nel mercato di gennaio.