D'Aversa ribadisce: "Kulusevski resta con noi. Gervinho? Decidiamo giovedì"

16.11.2019 12:18 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
D'Aversa ribadisce: "Kulusevski resta con noi. Gervinho? Decidiamo giovedì"

Roberto D'Aversa, tecnico del Parma, parla ai microfoni di Sky della sosta che i crociati di stanno godendo dopo il successo contro la Roma e preparando la sfida del Dall'Ara di Bologna: "È una partita importante, un derby, ci teniamo a portare a casa un risultato importante oltre a fare una buona prestazione. Questi ragazzi mi stanno stupendo nonostante le difficoltà numeriche, stanno facendo qualcosa di straordinario. Mi ritengo un allenatore molto fortunato, solo un gruppo come il mio avrebbe potuto sopperire alle difficoltà in questo. I giocatori stanno dimostrando sul campo di essere all'altezza dei compagni infortunati, questo è un grande vantaggio per me. Quello che mi preme sottolineare è la forza del gruppo, abbiamo fatto partite con quattro difensori di numeri, con tre centrocampisti. Abbiamo fatto cose importanti, ma dobbiamo battere il ferro finché è caldo". 

Cosa si prova dopo aver battuto una big come la Roma?
"Una grande soddisfazione, ci eravamo andati vicini contro l'Inter, una buona gara contro la Juve, speravo che un risultato positivo arrivasse prima della sosta, ha valorizzato e premiato il nostro lavoro. Sono stati bravissimi a fare una grande partita, la Roma veniva dall'Europa ma noi avevamo tante assenze, quindi i nostri meriti sono evidenti". 

Che segnale si può mandare Mihajlovic, della sua lotta contro la malattia.
"Il segnale che conta lo sta mandando a lui. La forza, l'orgoglio e la determinazione rispecchia quest'uomo, indipendentemente da quello che ha fatto a livello calcistico. Gli darei la panchina d'oro per il girone di ritorno spettacolare che ha fatto l'anno scorso. Dal punto di vista umano la sua lotta ci dà forza a tutti, è un esempio per tutti noi, specie per me che sono un allenatore giovane. Vorrei vederlo in panchina contro di noi".

Gervinho come sta? È recuperabile?
"I dottori stanno facendo di tutto per recuperarlo, giovedì faremo valutazioni definitiva se averlo col Bologna o meno". 

Si aspettava un rendimento del genere da Cornelius?
"È un giocatore importante, veniva da sei mesi di inattività quando ce lo hanno proposto. Aveva le caratteristiche ideali per il nostro gioco, anche alla luce dell'assenza dell'anno scorso di Inglese, che ci ha creato grandi difficoltà. Andreas sta giocando perché ha lavorato sodo, non solo per l'assenza di Inglese. Lui stesso conferma che è la sua migliore stagione, nella carriera. Spero possa continuare"

Come si prova a leggere tutti i giorni delle offerte per Kulusevski?
"Io credo che sarebbe meglio per tutti farlo finire la stagione a Parma. L'anno scorso ha fatto solo tre partite, subentrando. Per noi, per lui e per l'Atalanta è meglio che continui con noi, credo di avere a disposizione un ragazzo molto intelligente, oltre che di qualità enormi, sulle quali non avevamo dubbi. Come ha giustamente detto anche il ragazzo, rimane con noi fino a giugno".