Carli chiude il "caso" Cornelius-Valenti: "Nello spogliatoio si sono abbracciati, attimo di nervosismo"

24.12.2020 21:20 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Carli chiude il "caso" Cornelius-Valenti: "Nello spogliatoio si sono abbracciati, attimo di nervosismo"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Nel finale della partita contro il Crotone c'è stato un momento di nervosismo in campo, con Andreas Cornelius e Lautaro Valenti venuti a contatto in un attimo di nervosismo. Nella nostra intervista al ds Marcello Carli abbiamo parlato anche di questa situazione, con la squadra che è parsa in qualche occasione poco serena. Ecco la risposta del Direttore: “La medicina del calcio sono sempre i risultati, la poca serenità viene da risultati negativi. Non vanno bene questi comportamenti, io li minimizzo ma a fine partita non servono nemmeno a niente. Può darsi che questi siano segnali, e penso che il ritiro possa servire anche a questo, stando tutti insieme. I segnali non possiamo fare finta di non vederli, ci sono stati, bisogna essere chiari e lavorare anche su questo. Ho la possibilità di lavorare in un ambiente in cui abbiamo tutto a disposizione, non abbiamo alibi perché qui c’è un ambiente serio con tutte le strutture a disposizione. Dobbiamo fare di più, aumentare lo spirito e l’idea di squadra, e in questo spirito ci entra anche tutto questo. A volte ci sono sintomi che si vedono e non vanno bene, si vince e si perde tutti insieme ma a volte ci sono momenti di rabbia dettati dal nervosismo, perché poi nello spogliatoio i ragazzi si sono abbracciati e ci sono rimasti male anche loro, perché non sono fatte con cattiveria queste reazioni. Il nervosismo ti porta a volte ad esagerare, ma è un sintomo che non va bene”.

 - Rileggi la prima parte dell'intervista di ParmaLive a Marcello Carli -