Quando la panchina è un fattore: Parma secondo nella decisività dei subentrati

26.12.2019 21:42 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Quando la panchina è un fattore: Parma secondo nella decisività dei subentrati

I cambi sono stati un fattore importante per il Parma e per D'Aversa nelle ultime uscite, anche se i tanti infortuni non hanno concesso grande possibilità di scelta al mister, che ha saputo però mettere a frutto i pochi uomini a disposizione per una chiusura di 2019 da sogno. Ma in termini numerici, quali sono le squadre ad aver costruito di più con gli uomini che inizialmente eravano serve? Con 8 gol dalla panchina l'Atalanta è la squadra che guida la speciale classifica: dietro di lei, ci sono il nostro Parma e il Lecce a quota 6, quindi il Verona a 5. La Lazio si ferma alle 4 reti di Caicedo , capoclassifica tra i giocatori con Muriel,­ ed è alla pari con Genoa e Sampdoria. Solo due delle 20 squadre di A non hanno mai potuto ricorrere al gol delle riserve: si tratta di SPAL e, sorprendentemente Inter.

Venendo ai nostri colori, oltre al recentissimo episodio di Grassi, determinante contro il Brescia, hanno colpito dalla panchina Roberto Inglese col gol del successo contro il Torino (3-2) dopo una decina di minuti dal suo ingresso, Sprocati contro la Roma, un gol pesantissimo per sbloccare una sfida che i crociati non riuscivano a fare propria, e infine Cornelius, che ha frantumato ogni record con tre gol in una sola gara, pur partendo come riserva, durante la sfida al Genoa terminata addirittura 5-1 per i ducali. Tutti gol arrivati al Tardini, evidentemente in grado di dare una marcia in più a chi subentra.