La fragilità è un problema: il Parma fallisce troppi appuntamenti decisivi

09.10.2019 15:28 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La fragilità è un problema: il Parma fallisce troppi appuntamenti decisivi

Il Parma negli ultimi 4 anni e mezzo ha abituato i tifosi crociati a grandi gioie ed imprese importanti, di cui la scalata dalla D alla A è solo l'apice, formato da tante piccole giornate importanti. Ma queste quattro stagioni hanno tutte avuto un comune denominatore: il Parma fatica a fare il salto di qualità vincendo le partite decisive se non quando si trova con le spalle al muro. E' innegabile che gli obiettivi siano stati tutti raggiunti, ma sempre all'ultimo respiro e all'ultima spiaggia. In Serie C nel momento più intenso della rincorsa al Venezia i crociati hanno infilato alcuni passi falsi, anche con squadre poco quotate e alla fine retrocesse, che hanno costretto il Parma alla lotteria dei playoff, dove, con le spalle al muro e l'obbligo di non sbagliare, i crociati hanno raggiunto l'obiettivo. In Serie B a tre giornate dal termine era tutto in mano al Parma: seconda posizione e promozione ad un passo. E anche in questo caso il passo decisivo è stato fallito con la sconfitta di Cesena che ha restituito al Frosinone il secondo posto. Per non parlare della scorsa stagione: a gennaio il Parma aveva 28 punti e 15 match point davanti. Si è salvato alla penultima giornata nel recupero contro la Fiorentina. Quest'anno, dopo due vittorie importanti, arriva la sfida alla SPAL in crisi nera. Risultato finale: Parma rilassato e SPAL che vince 1 a 0.