Il futuro di Roberto Inglese: tanta concorrenza per il bomber del Napoli

19.06.2019 15:23 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Il futuro di Roberto Inglese: tanta concorrenza per il bomber del Napoli

Roberto Inglese ha dimostrato nella sua carriera di essere un bomber affidabile, uno di quegli attaccanti vecchio stile, che fanno tanto lavoro per la squadra e segnano con costanza. La stagione di Inglese a Parma è stata molto più importante di quanto non dicano i numeri proprio per l’attitudine del centravanti di proprietà del Napoli, capace di fare reparto da solo lottando con i difensori avversari e di aprire varchi per gli inserimenti dei suoi compagni. Non è di certo un caso infatti che il periodo più negativo della stagione del Parma sia conseguente alla mancanza di Inglese, fuori a lungo per infortunio. L’alchimia creatasi con Gervinho ha dato modo all’ivoriano di segnare molte reti, sfruttando la sua velocità e le sponde di Inglese, abile ad accentrare le retroguardie su di sé e a lasciar campo al mercuriale africano. Ora Inglese è uno degli attaccanti più desiderati d’Italia, con varie squadre pronte a bussare alla porta del Napoli per riuscire ad accaparrarselo. De Laurentiis non schioda dalla valutazione di 25 milioni, ma probabilmente si potrebbe chiudere a meno. Senza ulteriori indugi, andiamo a scoprire nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere su Roberto Inglese:

SITUAZIONE CONTRATTUALE - Come detto, Inglese è in prestito dal Napoli e il suo contratto coi ducali scadrà il 30 giugno, fra pochi giorni. Il Parma aveva un’opzione di acquisto alla scadenza, ma la cifra imposta dal Napoli era di poco inferiore ai 30 milioni e dunque i ducali non attiveranno questa opzione.

LA STAGIONE - Inglese si presentava ai nastri di partenza con i crismi del bomber dall’usato sicuro, un 9 non implacabile ma in grado di garantire 10/15 reti, una manna per una neopromossa. L’ex attaccante del Chievo ci ha messo pochissimo a conquistare il pubblico del “Tardini”, segnando all’esordio contro l’Udinese, nel 2-2 della prima di campionato. La sua resilienza e l’attitudine al non mollare mai hanno fatto il resto, e in poco tempo Bobby English è diventato un idolo per il pubblico crociato. Arriva ad inizio Marzo con il bottino di otto reti e due assist, ma il suo apporto è molto più vitale di quanto non indichino i numeri. Una brutta distorsione alla caviglia nella debacle di Roma contro la Lazio lo tiene fuori per due mesi, nei quali il Parma raccoglie la miseria di cinque punti, segnando col contagocce. Inglese stringe i denti e forza il suo rientro, scendendo in campo nel lunedì nero di Bologna, alla terzultima giornata, quando i ducali crollano per 4-1. Nemmeno a dirlo, il gol lo segna lui. E’ il suo ultimo squillo in maglia crociata perché un nuovo infortunio lo tiene fuori per le due ultime gare, contro Fiorentina e Roma. Il suo bottino finale è di 9 gol e due assist in 25 partite, ma anche tanti, tanti applausi ricevuti.

CHI LO CERCA - Praticamente mezza Serie A: Bologna, Sassuolo, Lazio, Atalanta e Parma stesso, con il Napoli che si frega le mani sperando di scatenare un’asta al rialzo.

PERCENTUALI DI PERMANENZA - Difficile da dire, il Parma ci sta provando ma la concorrenza è agguerrita. Le percentuali si assestano intorno al 15%, tenendo ben saldo in mente che i ducali non parteciperanno ad aste. Se la richiesta resterà di 25 milioni, Inglese difficilmente vestirà ancora la maglia gialloblù: diverso il discorso se il Napoli potesse garantire un secondo prestito con diritto di riscatto.

Leggi anche:
Il futuro di Federico Dimarco: leggi l'approfondimento di ParmaLive.com!