PL - Mandorlini: "La gara del Picco importante banco di prova per il Parma. Lo Spezia farà di tutto per risalire"

01.12.2023 18:40 di Donatella Todisco   vedi letture
PL - Mandorlini: "La gara del Picco importante banco di prova per il Parma. Lo Spezia farà di tutto per risalire"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Ritrovare la vittoria: è questo l'obiettivo del Parma che domani si recherà a La Spezia. I crociati sfideranno lo Spezia, terzultimo in classifica, guidato da D'Angelo, nuovo allenatore scelto dalla società al posto di Alvini. La nostra redazione ha contattato Matteo Mandorlini, ex centrocampista con esperienze nelle due squadre, per fare una considerazione sul confronto tra le due squadre al Picco. Ecco le sue parole a ParmaLive.com.

Domani il Parma sarà di scena al Picco. Che gara ci sarà?
"Sarà una gara molto difficile per il Parma. Lo Spezia deve risalire la classifica, non merita di trovarsi al terzultimo posto per la rosa che ha a disposizione, per la città, per la società, per la sua tifoseria. La sfida del Picco sarà un importante banco di prova per il Parma, che viceversa deve cercare di restare in vetta".

Come valuta l'inizio di campionato dello Spezia e del Parma?
"Lo Spezia ha avuto un inizio disastroso. Non ci si aspettava che la squadra ligure facesse tanta fatica. Alvini non ha macinato e la società ha dovuto cambiare, a mio avviso, anche con un po' di ritardo, perché se le cose non giravano vuol dire che non si sono incastrati tutti i meccanismi. Nulla da togliere ad Alvini, lo conosco, ma se le cose non girano va trovata una soluzione. Ora vedremo come proseguirà il campionato dello Spezia. Il Parma, invece, è la squadra più accreditata a vincere il campionato. La squadra crociata ha grosse responsabilità ma finora sta rispettando le aspettative".

Secondo Lei Bernabé in quale posizione è più a suo agio?
"Bernabé è un giocatore molto duttile. Mister Pecchia lo colloca in campo sempre nel migliore dei modi. E' un giocatore che può ricoprire diversi ruoli, magari quando acquisterà una maggiore maturità ed esperienza si potrà delineare quale sarà il suo ruolo più preciso".

Chi potrebbe sostituire Sohm?
"Non conosco benissimo la rosa completa del Parma, ma credo che l'organico crociato sia all'altezza della situazione, sicuramente ci saranno i giusti giocatori che possano sopperire a un'eventuale mancanza. Non penso che questa situazione faccia la differenza in una singola partita".

Cosa ne pensa del rendimento di Man fino a questo momento?
"Man è un grande giocatore di prospettiva. Penso che il suo potenziale sia ancora parzialmente inespresso. Il rumeno deve trovare la sua continuità e la sua autorità, ha ancora margini di miglioramento. La sua crescita può essere parallela rispetto a quella della squadra crociata".

Quali insidie può presentare la sfida del Picco?
"Al Picco si sente il calore e l'attaccamento della città. Se lo Spezia, come penso, farà una partita gagliarda, sarà molto difficile spuntarla per il Parma. Questi sono gli aspetti più complicati da affrontare. Ad ogni modo è noto che il Parma ha qualità e tecnica, quindi penso che quella del Picco sarà una partita aperta".

Un suo pronostico sulla partita Spezia-Parma...
"In generale è veramente difficile fare un pronostico in Serie B. Data la situazione dello Spezia, il pareggio è il risultato più probabile. Sono più pendente verso una vittoria dello Spezia perché deve risalire la classifica, quindi deve metterci qualcosa in più, solo per questo motivo".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA