Tavecchio: "La A riparte, ma con spada di Damocle sulla testa di tutti. Spero non sia una trappola"

01.06.2020 12:49 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Tavecchio: "La A riparte, ma con spada di Damocle sulla testa di tutti. Spero non sia una trappola"

In una intervista rilasciata a TuttoJuve.com, l'ex numero uno della FIGC Carlo Tavecchio ha espresso tutte le proprie perplessità circa il protocollo relativo alla ripresa: "Il campionato riparte, ma qui c'è una bella spada di Damocle che pende sulle teste di tutti: se qualche giocatore dovesse prendere il Covid-19, voglio vedere poi che succede. Spero non sia una trappola. La Germania che sta giocando da un mese non ha applicato questo protocollo, l'Inghilterra, la Spagna e qualsiasi altra nazione che ripartirà non metterà in quarantena tutta la squadra. Non è che l'ospedale, se un medico dovesse ammalarsi, isolerà tutti".