Sorride Iachini: mai una sosta così lunga prima della ripresa

14.01.2022 16:26 di Redazione ParmaLive.com   vedi letture
Sorride Iachini: mai una sosta così lunga prima della ripresa
© foto di ParmaCalcio1913

"Peccato essersi fermati perché stavamo crescendo", aveva detto mister Beppe Iachini qualche giorno fa a La Gazzetta dello Sport, preoccupato che qualcuno dei suoi potesse staccare la spina e non si presentasse al meglio per la ripresa del campionato, soprattutto alla luce dei diversi carichi di lavoro. Adesso, vista la sempre più probabile sospensione del match interno contro il Crotone, Iachini avrà altro tempo in più di cui doversi occupare, facendolo rendere al meglio senza che diventi un ostacolo. Se da un lato il prolungarsi della sosta consentirà al tecnico marchigiano di lavorare ulteriormente sul gruppo e sulle sue idee, il rischio è che la troppa inattività e mancanza di agonismo possa ritorcersi contro la squadra, che alla probabile ripresa del 21 gennaio sarà ferma da più di un mese. Il maggior tempo a disposizione consentirà però anche di lavorare più cautamente a livello fisico, risparmiando qualche acciacco e sperando nel rientro di ulteriori indisponibili (oltre che ad altri innesti dal mercato). Senza ombra di dubbio, in caso di nuovo rinvio, quella di quest'anno diventerebbe la sosta invernale più lunga dal fallimento ad oggi.

In Serie D si riposò per 16 giorni, in Serie C per 23, mentre in Serie B la pausa di fine anno fu di 24 giorni. Furono decisamente meno quelli in A: nella prima stagione i crociati stettero 21 giorni, nella seconda 15 e nella scorsa stagione solo 12. Quest'anno invece si riposerà almeno 33 giorni, essendosi disputata l'ultima il 19 dicembre e essendo fissata la prossima (probabilmente) il 21 gennaio 2022.