Parma-Pisa 1-1, ospiti bene per 45' ma i rimpianti finali sono tutti per i crociati

26.09.2021 18:16 di Rocco Azzali   vedi letture
Parma-Pisa 1-1, ospiti bene per 45' ma i rimpianti finali sono tutti per i crociati
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Si dividono la posta in palio Parma e Pisa, così come i tempi di gioco a disposizione: al 'Tardini' termina 1-1. I toscani dimostrano di meritare la vetta della classifica nella prima frazione di gara: la squadra di Luca D'Angelo propone un buon calcio ed imbriglia i crociati con trame di passaggi che mandano in tilt centrocampo e retroguardia della formazione messa in campo da Enzo Maresca. Nella ripresa il Parma torna in campo con un piglio diverso e, dopo aver trovato il gol del pari, tiene il pallino del gioco fino al triplice fischio, senza, però, riuscire a completare la rimonta.

MALE LA DIFESA, IL PISA DIVERTE - Una prima frazione di gara che vede il Pisa andare negli spogliatoi in vantaggio per una rete a zero sui padroni di casa. Dopo le occasioni in apertura di Gucher e Sibilli, al 13' Lucca, incontrastato dalla difesa del Parma, segna di testa, su perfetto invito di Birindelli, e poco prima del duplice fischio, sempre Gucher sfiora il raddoppio con una sassata che da l'impressione del gol, ma sfiora l'incrocio dei pali. I crociati recriminano un calcio di rigore per presunto fallo di Hermannson ai danni di Mihaila, e si rendono pericolosi al 27', sugli sviluppi di un corner, ma Caracciolo salva sulla linea. Al 20' Juric, che aveva subito un contrasto dopo pochi minuti dall'inizio, non ce la fa, e viene sostituito da Felix Correia, che da un po' più di vivacità alla manovra dei ducali.

DELPRATO LA PAREGGIA, MA NIENTE RIMONTA - Secondo tempo di marca crociata, a differenza della prima frazione di gara, dove i ragazzi di Maresca sono stati in balia dell'avversario. Il gol del pari segnato da Delprato ad inizio ripresa ha dato coraggio al Parma che per il resto della partita ha costretto gli avverarsi ad abbassare il loro baricentro e a subire la pressione dei gialloblù. Prima Tutino, poi Mihaila sfiorano entrambi dalla distanza il gol del 2-1, ma il risultato non cambia più. Buona, comunque, la reazione dopo un primo tempo sulla falsa riga delle precedenti due sconfitte: in vista dei prossimi impegni c'è da ripartire dall'atteggiamento mostrato nella ripresa.