Bobby English rinasce, 9 mesi dopo: tra caviglia, quarantena e Finlandia

13.07.2020 20:49 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Bobby English rinasce, 9 mesi dopo: tra caviglia, quarantena e Finlandia

Era il 30 settembre. Roberto Inglese, al minuto 88 di Parma-Torino, metteva a segno la rete che regalava la vittoria ai gialloblù. Nessuno, a partire dalla punta crociata passando per dirigenza, addetti ai lavori e tifosi, si sarebbe mai aspettato che quella sarebbe stata l'ultima marcatura di Bobby English per oltre nove mesi. E invece, quel gol alla sesta giornata di campionato, segnata da subentrante, è stata l'ultima fino a ieri. Nel mezzo, in questi 286 giorni, è successo di tutto.

Per cominciare una distorsione alla caviglia: nove giornate di stop, tra la nona e la diciassettesima. In pratica per tutta l'ultima parte del 2019. Il rientro in campo, illusorio, il giorno dell'Epifania, nel disastroso 5-0 in casa dell'Atalanta. Giusto il tempo di giocare contro il Lecce e di farsi male contro la Juventus: questa volta ai flessori della coscia. Uno stop lungo, lunghissimo, con in mezzo l'intervento chirurgico in Finlandia. Un intervento che avrebbe dovuto fermare Inglese per il resto della stagione. Ma l'emergenza Coronavirus, con lo stop ai campionati e la ripartenza in piena estate, ha consentito all'ex Napoli di tornare in campo. Nel derby contro il Bologna, tornando a fare quello che gli riesce meglio. Ovvero gol, anche questa volta, come l'ultima, a un passo dal triplice fischio.