Alves e Iacoponi giganteggiano, male Hernani e Pezzella. Le pagelle di ParmaLive.com

09.07.2020 00:10 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Alves e Iacoponi giganteggiano, male Hernani e Pezzella. Le pagelle di ParmaLive.com

Sepe 6.5 - Un po’ pasticcione ad inizio gara, dove controlla in due tempi un cross facile e regala un corner alla Roma su tiro di Bruno Peres. Pare in ritardo in occasione del palo di Pellegrini ma per poco poi non si supera in occasione del gol di Mhkitaryan, dove con un riflesso portentoso rischia di disinnescare la bomba dell’armeno. Nella ripresa si supera su Villar due volte, tenendo a galla il Parma.

Darmian 6 - Bravo ad inizio gara a salvare su Dzeko, che da due passi rischiava di incornare a porta sguarnita, concede poco a Spinazzola, più timido dell’omologo Bruno Peres.

Bruno Alves 7 - Più lo si vede giocare e più ci si interroga su come sia possibile che, a 39 anni, possa ancora compiere certi interventi. Elegante, in un anticipo su Dzeko pare Roberto Bolle tanto riesce ad andare in alto con la gamba. Leader emotivo ma anche tecnico di questo Parma, anche di testa è insuperabile. Nel finale agisce da prima punta, provando in tutti i modi a trovare il pari ma purtroppo non trova la spizzata vincente. 

Iacoponi 6.5 - E’ suo il lancio ad inizio gara che innesca Cornelius, bravo a guadagnarsi il penalty. Molto bravo in marcatura su Dzeko, il Parma perde ma la sua difesa gioca una buona gara.

Pezzella 5 - Sembra stare bene fisicamente e lo dimostra subito, partendo con un paio di sgroppate in fascia. Poi gestisce in maniera insensata un pallone regalando la rimessa alla Roma, che trova il pari in maniera insperata. Difensivamente non ci siamo, si perde in maniera clamorosa Ibanez sugli sviluppi di un corner, ma il centrale lo grazia. Nella ripresa soffre meno, ma gli errori pesano.

Kucka 6.5 - Freddissimo dal dischetto, proprio come contro la Fiorentina. E’ il migliore dei suoi centrocampisti, mette tanta grinta e prova, fino all’ultimo, a trovare il gol del pari. Si guadagnerebbe un altro penalty, ma Fabbri inspiegabilmente glielo nega.

Hernani 5 - Lento, compassato, impreciso, dimostra di fare molta fatica a reggere la regia in solitaria. In occasione del gol di Mhkitaryan resta nella terra di nessuno: non copre in fretta dopo il rimpallo perso da Pezzella e si fa anticipare da Bruno Peres, per cui è facile l’appoggio all’armeno. Sbaglia anche in occasione del gol di Veretout, dove lascia troppo spazio al francese che ha tutto il tempo per prendere la mira e battere Sepe. Dall’87’ Scozzarella sv

Barillà 6 - Si presenta abbattendo un romanista a metà campo, giusto per mettere subito le cose in chiaro. Tanta lotta ma anche qualità, come dimostra con quella bellissima imbucata per Gervinho che taglia in due la difesa giallorossa. Non una gara indimenticabile ma sicuramente fa il suo. Dal 63’ Karamoh 5.5 - L’inizio è convincente, frizzante e voglioso di far bene. Purtroppo la scintilla dura poco, e lentamente esce dalla gara.

Kulusevski 5.5 - Lo svedese, forse a corto d’ossigeno, gioca una gara sottotono, in cui si vede poco e dove non riesce a estrarre il consueto coniglio dal cilindro. Una battuta d’arresto, normale anche per un talento come lui. Dall’81’ Caprari sv

Cornelius 6 - Con grande mestiere (e grande forza) prende il tempo a Cristante e si guadagna un sacrosanto rigore. Lotta molto, si sacrifica e fa qualche sponda ma è troppo isolato e incide in maniera limitata. Esce a fine primo tempo dopo aver avvertito un fastidio fisico. Dal 46’ Kurtic 5.5 - Un ingresso così così dello sloveno, che non si vede molto sia in fase di recupero che in quella di transizione, in cui solitamente è un maestro. Si prende anche un giallo per proteste.

Gervinho 5.5 - Pericoloso ad inizio match, prova a sgusciare via in velocità nel primo tempo, sfiorando un gol e mettendo in pericolo la retroguardia giallorossa. Non pare essere brillantissimo, segna un gol (in fuorigioco) ma partecipa in maniera marginale a tutte le manovre offensive. Dall’87’ Sprocati sv