PL - Santacroce: "Parma, occhio ad Osimhen. Mercato? Prenderei un centrocampista"

17.09.2020 14:40 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Santacroce: "Parma, occhio ad Osimhen. Mercato? Prenderei un centrocampista"
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Parma-Napoli, prima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, si avvicina sempre di più. E' una partita che anche Fabiano Santacroce guarderà con molto interesse. Non potrebbe essere altrimenti, carriera alla mano: il difensore classe 1986 ha indossato la maglia partenopea dal 2008 al 2011 e quella ducale dal 2011 al 2015, eccezion fatta per la parentesi al Padova 2013/2014. Nel mezzo anche importanti esperienze con la Nazionale Under 21 fino al 2009, nonché una convocazione nella nazionale maggiore guidata da Marcello Lippi, allora campione del mondo in carica. La redazione di Parmalive.com ha contattato il calciatore classe 1986, ora svincolato, per fare il punto della situazione sulle due compagini e non solo.

Quale squadra pensa sia favorita tra Parma e Napoli, in vista del match d'esordio del campionato di serie A?
"Sarà una bella sfida. Penso che il Napoli sia favorito perché sulla carta è una squadra costruita per centrare grandi obiettivi. Ad ogni modo sarà una partita dura perché lo stop imposto dal Covid ha reso difficile la ripresa delle partite e ha condizionato l'andamento atletico dei giocatori. Tra pochi giorni riprenderà una nuova stagione calcistica e penso che l'inizio presenterà molte incognite e qualche difficoltà".

Quali insidie possono esserci per il Parma nella sfida contro la formazione partenopea?
"Il reparto offensivo del Napoli potrà creare difficoltà al pacchetto difensivo crociato. Per me i giocatori del Parma devono fare molta attenzione a Osimhen, nuovo acquisto dei partenopei".

Quale campionato pensa possa fare la squadra di Liverani?
"Quest'anno c'è stato il cambio del tecnico alla guida del Parma. Negli scorsi anni Roberto D'Aversa ha lavorato bene a Parma. Liverani ha dimostrato di essere un tecnico più che valido in questi anni. Penso che l'andamento in campionato del Parma dipenda molto dalla sintonia che si creerà all'interno dell'entourage di Liverani".

Siamo in pieno calciomercato. Quali interventi farebbe per rafforzare il Parma?
"Dipende dalle cessioni che la società intende fare. Molto conta da questo, il mercato è così. Io prenderei un elemento per rafforzare il centrocampo".

Quale potrebbe essere l'obiettivo crociato di questa stagione?
"In primis penso che il Parma debba puntare all'obiettivo salvezza in modo tale da poter disputare un campionato tranquillo verso fine stagione".

E' un periodo incerto a causa del Coronavirus. Come pensa possa evolversi la questione sanitaria in ambito calcistico?
"Non sono molto preoccupato per quanto riguarda la situazione Coronavirus in ambito calcistico. Ho notato che ci sono molti controlli e viene tutelata la salute di tutte le persone che lavorano nel mondo del calcio. Stadi chiusi? E' un peccato. Il bello del calcio è vedere gli spalti pieni di tifosi che incitano la propria squadra. In questo periodo è venuto meno il fattore campo. E' stato un vero peccato".

Quali ricordi ha della città di Parma?
"A Parma ho dei ricordi bellissimi. È stato il periodo in cui ho avuto Margherita, la mia prima figlia. Qualche volta mi fermo nella città emiliana dove ho tanti amici. La ricordo con affetto".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA