Prossimi avversari: Torino in piena bagarre salvezza. Sanabria e Nicola gli uomini della svolta

27.04.2021 20:44 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Prossimi avversari: Torino in piena bagarre salvezza. Sanabria e Nicola gli uomini della svolta
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

Torino-Parma di lunedì prossimo poteva essere visto fino a qualche settimana fa come un possibile scontro fondamentale nella volata finale per la salvezza. Le cose poi sono radicalmente cambiate, con il Parma che non è più riuscito a tirarsi fuori dal pantano e che sembra aver mollato quasi definitivamente, sebbene per la retrocessione manchi ancora (o soltanto?) la certezza matematica. Viceversa, il Torino, già da qualche mese, ha dato grandi segnali di risveglio. Il cambio di allenatore, da Marco Giampaolo a Davide Nicola, ha certamente dato i suoi frutti, con l'ex allenatore del Genoa che ormai si sta specializzando in salvezze (clamorosa quella ottenuta a Crotone qualche anno fa). I piemontesi hanno saputo anche trarre beneficio dal calciomercato di gennaio, mentre il Parma ci è riuscito solo parzialmente: giocatori come Rolando Mandragora ma soprattutto Antonio Sanabria hanno saputo dare davvero quel quid in più. L'attaccante paraguayano, tra l'altro, aveva già lavorato con Nicola proprio al Genoa e fu fondamentale nel raggiungimento della salvezza, un connubio che evidentemente funziona come testimoniano le cinque reti segnate sin qui da Sanabria, dal suo arrivo in granata.

Anche il Torino comunque avrà i suoi problemi. La sconfitta con il Napoli, anche se poteva essere messa in preventivo, ha comunque causato l'aggancio in classifica da parte del Cagliari, il quale, grazie a tre successi di fila, ha raggiunto a quota 31 Torino e Benevento. I granata, inoltre, contro il Parma dovranno rinunciare al loro uomo di fantasia Verdi e al già citato Mandragora, le cui trame si sono rivelate fondamentali nell'ultimo bimestre. Insomma, è vero che il Toro sembra aver svoltato, ma proprio ora non può permettersi di rallentare e avrà alcune difficoltà di formazione. Per il Parma, viceversa, ormai è soprattutto una questione d'onore, soprattutto dopo la seconda sconfitta stagionale contro il fanalino di coda Crotone, che a questo punto rischia di mettere anche la freccia in classifica sui crociati.