Pisa, D'Angelo: "Sarà una sfida dura, il Parma è una squadra importante. Servirà determinazione"

25.09.2021 16:40 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Pisa, D'Angelo: "Sarà una sfida dura, il Parma è una squadra importante. Servirà determinazione"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

Alla vigilia del match con il Parma, l'allenatore del Pisa Luca D'Angelo ha fatto il punto della situazione in vista della partita del Tardini: "Sarà una partita molto dura, il Parma è una squadra importante con un impianto di gioco particolare. Servirà giocare molto molto bene. E' stata una settimana corta nella preparazione della partita, ma i ragazzi stanno bene e sono tutti convocati, tranne Berra che rientrerà dopo la sosta".

Che effetto ti fa l'attenzione dei media sul Pisa?
"E' una soddisfazione essere al centro dell'attenzione per cose belle come la classifica, ma vedo i ragazzi molto calmi e consapevoli. Dobbiamo pensare solo alla gara di domani con il Parma, tutto il resto fa parte del nostro mestiere, ma la cosa importante è allenarsi bene e cercare di giocare bene".

Il Pisa affronta un'altra squadra in un momento non facile: può incidere per il Parma?
"Noi dobbiamo pensare che la partita sarà complicata e continuare a giocare bene. Il fatto che andremo ad affrontare una squadra forte come il Parma deve accrescere la nostra attenzione, non dobbiamo pensare a quello che succede in casa loro: oltre a non essere corretto, non sappiamo come stanno le cose nella realtà. Il Parma è una squadra forte e organizzata, noi dobbiamo giocare con determinazione".

Ti aspettavi questa velocità di amalgama?
"Abbiamo lavorato tanto in ritiro, la società ci ha messo quasi tutti i giocatori subito a disposizione. Questo ci ha aiutato, ma il nostro percorso è ancora in divenire. Possiamo fare bellissime cose, ma dobbiamo mantenere questa carica".

Secondo te il centrocampo del Pisa è uno dei più forti della categoria?
"Per vedere se un centrocampo è forte bisogna vedere chi resta fuori. In panchina abbiamo De Vitis, Gucher... giocatori molto bravi, quindi il livello è alto e di questo ne gioca tutta la squadra".

Pensi a qualche tattica in particolare contro il Parma?
"Il Parma ha tutti giocatori molto forti, con una rosa molto buona sotto parecchi punti di vista. Noi ci siamo preparati, se poi fanno qualcosa di diverso ci sapremo adattare. Io comunque penso a noi e non agli avversari".

Il Parma fa possesso e verticalizza, ma concede qualcosa. Questo influirà sull'approccio del Pisa?
"Noi quando possiamo cerchiamo di fare la partita. Se poi loro prendono in mano la partita pensiamo alla fase difensiva e a partire più forte possibile quando abbiamo la palla. Io cerco di semplificare il calcio, senza cose troppo sofisticate. L'importante è essere pronti quando il Parma ha la palla e quando la avremo noi".

C'è una graduatoria di rigoristi nel Pisa?
"Penso che il portiere del Parma sia già abbastanza forte senza che lo aiuti io".

Domani ci saranno oltre 2000 tifosi del Pisa a Parma:
"Prima del Covid eravamo abituatissimi a vedere tanti tifosi in casa e tanti fuori casa. Avevamo un po' perso l'abitudine, ora la stiamo ritrovando ed è qualcosa che aiuta i ragazzi e tutti noi sotto il profilo mentale. Avere 2000 persone che ci aiutano è molto importante".