Entusiasmo, risultati e calcio propositivo: occhio alla Cremonese di Pecchia

17.09.2021 13:03 di Matteo Conti Twitter:    vedi letture
Entusiasmo, risultati e calcio propositivo: occhio alla Cremonese di Pecchia
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Domenica alle 20.30 andrà in scena allo stadio Ennio Tardini la partita tra Parma e Cremonese. Lo storico dei match tra i due club vede la squadra ospite vincente per 9 volte su 18 partite disputate, mentre i crociati sono tornati solo 5 volte a casa col bottino pieno. L'attuale classifica di Serie B mostra, invece, che è il Parma a essere davanti ai grigiorossi di un solo punto.

La squadra di Pecchia viene da una grande vittoria (contro un avversario tosto come il Cittadella, che aveva guadagnato sei punti nelle prime due partite), ottenuta non con un grande gioco ma con grande determinazione e capacità di soffrire, qualità che nel campionato di B fanno la differenza. La Cremonese in queste prime apparizioni si è sempre disposta in campo col 4-2-3-1, modulo se vogliamo speculare a quello utilizzato da Maresca. A difendere i pali dei grigiorossi sarà Carnesecchi, portiere molto promettente dell’Under 21 italiana che incontrerà quello che da sempre definisce come il suo modello e “maestro”: Gianluigi Buffon. In difesa ci sono pochi dubbi sulle corsie laterali, che dovrebbero essere presiedute da Sernicola e Valeri, mentre qualche incertezza in più permane al centro, dove si sono finora alternati quattro centrali. A centrocampo è in dubbio (per un risentimento muscolare) Valzania, giocatore che ha già segnato al Parma quando militava nel Frosinone: al suo posto dovrebbe esserci Bartolomei ad affiancare Castagnetti, ma occhio anche a Fagioli, giovane talento di proprietà della Juventus. Dietro le punte, vista la squalifica di Baez, potrebbe partire dal 1' Vido, affiancato da Gaetano (MVP nella sfida col Cittadella) e Buonaiuto, quest'ultimo capocannoniere dei suoi con due gol all'attivo. Davanti probabile staffetta tra Di Carmine e Ciofani, entrambi attaccanti che, in passato, hanno già timbrato il cartellino contro gli emiliani rispettivamente con le maglie di Verona e Frosinone.

Sia il Parma che la Cremonese, quindi, arrivano all'appuntamento con tanto entusiasmo, galvanizzati dal successo colto nell'ultimo turno. I crociati, se vorranno vincere la partita, dovranno essere consapevoli di incontrare una squadra diversa dal Pordenone: un collettivo con un’idea di gioco molto simile alla propria: un'idea basata sul possesso palla e sulla ricerca del dominio del gioco. Sarà, perciò, un bel test per capire a che punto è il Parma di Maresca, il quale più volte ha ribadito di voler vedere la sua squadra avere il “controllo” della partita per tutti i 90'. Vedremo se già in questo weekend ci sarà un ulteriore passo in avanti rispetto alla gara col Pordenone.