Faggiano: "Se necessario giocheremo tre volte a settimana. Il mio pensiero alle famiglie delle persone scomparse"

28.03.2020 19:55 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Cantini
Faggiano: "Se necessario giocheremo tre volte a settimana. Il mio pensiero alle famiglie delle persone scomparse"

Intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva, Daniele Faggiano ha affrontato vari temi, fra la ripresa della Serie A all'ipotetica riduzione degli stipendi per i tesserati: "Non c'è una posizione nel Parma, dovremmo chiedere al mio presidente. Stiamo cercando di farci trovare pronti ma al momento la squadra è ferma. Ogni giorno c'è una novità, è inutile prendere decisioni in questo momento. Ad oggi ci sono in campo solo delle ipotesi, più se ne parla e più si fa confusione. Forse qualcuno non si è accorto che viviamo in una città, Parma, molto colpita dal coronavirus. Come Bergamo, Brescia e Milano, ad esempio. Questo un po' mi irrita, non è facile stare lontano dalla propria famiglia".

Il direttore poi ha parlato delle sue giornate e di quelle della squadra: "Le passiamo chiusi in casa, il centro sportivo è chiuso. Studiamo e manteniamo vivi i rapporti, dispiace per gli infortunati di lungo corso. Stiamo provando a seguire un programma per loro. Calciomercato? Non c'è neanche la voglia di parlarne in questo momento Il pensiero va alle famiglie delle persone scomparse. Sono morti il padre di Pavarini e di Luca Leone".

Infine, una battuta sul futuro: "Penso che andranno cambiati gli appuntamenti se verrà scelto di chiudere la stagione. Preparazione, mercato, etc... Poi se sarà necessario giocare tre volte alla settimane, come già accade in alcuni campionati, lo faremo".