Bruno Alves: "Ho sbagliato, ma non mi piacciono i giocatori che simulano"

13.05.2019 22:31 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bruno Alves: "Ho sbagliato, ma non mi piacciono i giocatori che simulano"

Il capitano del Parma Bruno Alves si è presentato in mixed zone al termine della gara contro il Bologna, in cui si è guadagnato un rosso che potrebbe aver messo fine al suo campionato: “Non credo che abbiamo giocato bene, ma conta poco. In gare di questo tipo non conta giocare bene ma raggiungere il miglior obiettivo che sono i tre punti. Nel secondo tempo, dopo aver subito gol, è stato più difficile gestire la situazione. Ho cercato di fare del mio meglio, ma non ho reagito nella maniera giusta questa volta e me ne prendo la responsabilità. Non mi piace neanche quando un calciatore resta a terra e simula di aver avuto un infortunio. So che la mia reazione non è stata positiva, mi prendo le mie responsabilità. Non giudico l’operato dell’arbitro che ha fatto del suo meglio e mi prendo le mie responsabilità per quello che è successo”. 

C'è qualcosa non funziona nella vosta testa, non come funzionava qualche settimana fa.
“Ci sono momenti positivi e negativi, noi lavoriamo duramente ogni settimana e i calciatori sono sempre gli stessi. Nel calcio ci sono i momenti positivi e quelli negativi. In questi momenti è importante guardare e dare il meglio di sé stessi, pensando alle prossime partite. Io penso che la squadra lavori allo stesso modo dall’inizio, i tifosi ci hanno sempre sostenuto e penso che continueranno a farlo anche in questo momento".

Il futuro è ancora nelle vostre mani:
"E’ vero, abbiamo fatto 38 punti con l’aiuto e il supporto di tutti: squadra, mister, staff e tifosi. Dobbiamo continuare a lavorare in maniera dura. Nel calcio io credo, per la mia esperienza, che bisogna andare avanti. Bisogna lavorare duro ed essere positivi, non dobbiamo guardare indietro. Da domani penseremo ai nostri prossimi impegni”,