PL - Susic: "Pecchia l'uomo giusto, ora il Parma ha un'identità. Occhio al Pisa"

04.10.2022 10:32 di Donatella Todisco   vedi letture
PL - Susic: "Pecchia l'uomo giusto, ora il Parma ha un'identità. Occhio al Pisa"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Vittoria sofferta per il Parma contro il Frosinone al Tardini. I crociati si sono imposti sui ciociari grazie ai rigori realizzati da Gennaro Tutino e Dennis Man. Quali le sensazioni di questa gara? lo abbiamo chiesto a Massimo Susic, ex difensore ducale. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di ParmaLive.com.

Il Parma è riuscito a venire a capo di una partita sofferta sino agli ultimi secondi contro il Frosinone. Come giudica la prestazione dei crociati?
"Non ho potuto vedere la partita, sono sincero. Ho letto gli articoli sulla partita Parma-Frosinone e ho letto alcuni commenti. Posso dedurre che il Parma si è comportato come una squadra che non smette mai di crederci. Questa è anche la differenza rispetto allo scorso anno. Tutto ciò penso sia anche merito di Pecchia che ha dato un'identità alla squadra che mancava lo scorso anno".

Secondo Lei in cosa dovrebbe migliorare la squadra gialloblu?
"Penso sia ancora presto poter rispondere a questa domanda. Credo che Pecchia stia lavorando con gli uomini abbia a disposizione. Dopo solo due mesi o due mesi e mezzo, penso che l'allenatore debba ancora decifrare o migliorare certe cose. Nel mese di dicembre, prima del calciomercato, si dovrebbero fare le prime conclusioni e i primi bilanci".

Secondo Lei anche Tutino, come Inglese, potrebbe rilanciarsi? L'attaccante napoletano è alla sua seconda rete stagionale consecutiva
"Io considererei due situazioni diverse quelle di Inglese e Tutino. Da quando è a Parma, Inglese è stato penalizzato dai numerosi infortuni, a causa dei quali non abbiamo mai potuto vedere la vera valenza del giocatore ducale. Lo scorso anno Inglese ha realizzato solo 3 reti, che sono pochine per un attaccante come lui, mentre quest'anno ne ha realizzate già 4. Gli ultimi anni per Inglese sono stati difficili. Io voglio ricordare l'attaccante quando faceva gol ed era un giocatore decisivo. Non farei paragoni tra Inglese e Tutino. L'attaccante napoletano ha dimostrato sul campo il suo valore. Spero possa essere l'inizio di una lunga serie per entrambi gli attaccanti e per il Parma".

Pecchia è l'uomo giusto per il Parma?
"In questo momento io posso dire che Pecchia è l'uomo giusto per il Parma. Lo spero. Pecchia ha dimostrato in passato di essere un buon allenatore, a Verona e a Cremona, un buon giocatore e anche un uomo eccezionale. Ha buone qualità sia dal punto di vista umano che professionale. Il Parma ha preso un allenatore, ma anche un uomo fantastico. Ho sempre sentito parlare bene di Pecchia come persona e dopo ha dimostrato sul campo di essere un buon giocatore e un buon allenatore. Inoltre lui ha anche esperienza internazionale perché è stato il secondo di Benitez, poi ha fatto le sue esperienze ed è arrivato ad un buon livello. Non gli è stato regalato nulla, lui ha conquistato tutto sul campo".  

Sabato 8 ottobre il Parma sfiderà il Pisa all'Arena. Che partita sarà?
"Io sono un doppio ex. Seguo il Pisa e posso dire che negli ultimi anni grazie a questa proprietà i tifosi hanno tanto entusiasmo. Quest'anno non sono partiti benissimo, però con il ritorno di mister D'Angelo la piazza si è gasata di nuovo, soprattutto dopo la vittoria di domenica a Perugia. Penso che quella di sabato sarà una partita difficile per il Parma. I crociati troveranno sicuramente una bella tifoseria calda che inciterà la squadra dopo la prima vittoria stagionale. I tifosi ci credono e incitano moltissimo la squadra nerazzurra. Sarà una bella partita tra due belle squadre".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA