PL - E. Bonazzoli: “Manca continuità, ma Maresca va aspettato. Con la Reggina gara da tripla”

22.10.2021 16:10 di Donatella Todisco   vedi letture
PL - E. Bonazzoli: “Manca continuità, ma Maresca va aspettato. Con la Reggina gara da tripla”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Professione bomber. Questo è stato per anni Emiliano Bonazzoli, doppio ex di Reggina e Parma, avversarie domenica al Granillo: una sfida di Serie B che, tuttavia, profuma parecchio di Serie A, alla luce anche dei tantissimi incroci tra le due squadre nel massimo campionato della storia recente. 53 presenze e 14 reti con i crociati tra il 2000 ed il 2003 – con in mezzo la parentesi di Verona – ed in totale 181 presenze e 45 reti con la Reggina, nelle due esperienze in Calabria, prima dal 2003 al 2005 e poi dal 2009 al 2012. Ecco il suo parere sulla squadra ducale e sulla partita in arrivo ai microfoni di ParmaLive.com

Reggina-Parma, che gara ti aspetti?
“Sicuramente una partita tra due squadre che ambiscono a risalire subito in A. La Reggina magari pensa più ai playoff, ma la vittoria l’accomuna senz’altro al Parma. Entrambe hanno rose importanti e calciatori di una certa esperienza”. 

Cosa ne pensi del rendimenti dei crociati sino a questo momento? Che gara ti è sembrata quella col Monza?
“Il Parma sta avendo risultati altalenanti, manca continuità. Con una rosa così importante e con una società che si sta attrezzando per un futuro altrettanto importante bisogna cambiare rotta. Non penso ci siano scorie da retrocessione, si stanno inoltre costruendo delle fondamenta solide. L’inizio a rilento ci può stare, la squadra è anche nuova. Ma serve tempo per assimilare le idee dello stesso Maresca”. 

Maresca ha bisogno di tempo? È l'uomo giusto per tentare la scalata o meglio cambiare?
“Penso che la società abbia voglia di lanciare allenatori giovani, i dirigenti si fidano sicuramente di lui. L’anno scorso ha fatto benissimo al City, ha idee nuove ed importanti. Ha lavorato coi giovani in Inghilterra, ma parliamo di giovani di qualità, prospetti quasi da prima squadra. Il livello rimane alto. Ha vinto, insomma, un campionato competitivo e sta portando le sue idee anche qui”. 

Torna a disposizione Vazquez. Ti aspettavi l'ultima squalifica pur essendo uno dei più esperti? 
“Sicuramente è un calciatore esperto. Va recuperato, le sue qualità sono note a tutti già dai tempi del Palermo. In Spagna ha fatto anche la Champions, va aspettato e rilanciato nel migliore dei modi. In Serie B deve fare la differenza”. 

Buffon capitano e tornato a Parma dopo vent'anni. Cosa ne pensi? Te l'aspettavi?
“Avere in rosa Gigi è sempre un punto a favore. Vent’anni fa lo conobbi a Parma in ritiro, poi giocammo contro tante volte perché andò alla Juventus dopo il ritiro. Coi giovani ci sa fare, ti aiuta. E’ un compagno valido e da lui è possibile trovare una porta aperta per un dubbio o per qualsiasi altra cosa. Per lunghi periodi è stato uno dei portieri più forti al mondo, può dare una mano con l’esperienza che ha”. 

Che ambiente è quello del Granillo?
“Conosco bene lo stadio, la tifoseria. Reggio è un ambiente caldo, il pubblico rappresenta un fattore importante. E poi c’è tanta ambizione come detto, aspettativa. La squadra è stata allestita per fare bene, sarà una bellissima partita”.

Pronostico per domenica?
“Essendo un ex di entrambe, darei i punti ad entrambe. Difficile poter dire chi possa prevalere, penso sia una gara da tripla perché Reggina e Parma amano giocare a viso aperto. Vedremo cosa accadrà. Vinca il migliore”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA