Chi è Hernani, il centrocampista brasiliano in arrivo dallo Zenit

10.07.2019 14:34 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Dimitri Conti
Chi è Hernani, il centrocampista brasiliano in arrivo dallo Zenit

A sorpresa ieri il Parma ha chiuso con lo Zenit per Hernani Azevedo Junior, meglio conosciuto come Hernani, centrocampista brasiliano classe ’94. Ma chi è Hernani? Ai molti questo nome non dirà nulla,. I meno attenti lo potrebbero scambiare con Hernanes, il “profeta” passato in Italia con le maglie di Lazio, Inter e Juventus, ma Hernani è un giocatore completamente diverso.

CARATTERISTICHE TECNICHE - Alto, circa 190 cm, con un fisico slanciato, Hernani è un centrocampista centrale, abile a destreggiarsi sia in un centrocampo a due che come regista e come mezzala in un centrocampo a tre. Nonostante l’imponente altezza, il brasiliano non è un centrocampista lento e compassato, ma ha buoni tempi di inserimento e feeling con il gol, anche grazie a un educatissimo piede destro, con il quale in carriera ha segnato gol di altissimo spessore.

LA CARRIERA - Hernani cresce nel settore giovanile dell’Atletico Paranaense, con cui debutta nella Serie A brasiliana nel 2014, dopo un breve prestito (sempre in Brasile) al Joinville per prendere confidenza con la realtà professionistica. Esordisce nel Brasileirao contro il Vitoria Bahia, segnando il suo primo gol in carriera e attirando le attenzioni come “O predestinado”. Dopo più di 70 gare con l’Atletico decide di fare il grande salto verso l’Europa, con lo Zenit Sanpietroburgo che se lo assicura per circa otto milioni di euro nell’estate 2016. L’avvenuta in Russia però fatica a decollare, Hernani non riesce ad esprimersi al meglio sotto il severo giudizio del mister Mircea Lucescu e colleziona solo nove presenze, senza reti. Viene girato in prestito al Saint Etienne, in Francia, per cercare di valorizzare comunque un ragazzo costato una cifra importante. In Ligue 1 gioca una buona stagione: non è titolare ma riesce a ritagliarsi il suo spazio, segnando anche tre reti. A fine stagione torna allo Zenit. La seconda avventura in Russia va un po’ meglio, ma il brasiliano non riesce ancora a ripetere quelle prestazioni che in Brasile lo avevano messo in lizza per una maglia da titolare della Seleçao. Scende in campo 26 volte fra campionato e Europa League, segnando due reti e fornendo un assist. Il resto è storia nota, ieri il Parma a sorpresa ha chiuso il colpo, assicurandosi il centrocampista con un prestito di un milione di euro e un obbligo di riscatto legato alla salvezza fissato a circa quattro milioni.