Male Musso, Mandragora si divora due gol. Le pagelle di ParmaLive.com

26.01.2020 17:20 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Male Musso, Mandragora si divora due gol. Le pagelle di ParmaLive.com

Musso 5 - Fa un miracolo su Cornelius coprendogli gran parte dello specchio della porta ma poi rovina tutto con un errore clamoroso in occasione del gol di Kulusevski.

Becao 5 - Molto falloso, perde tanti duelli con Cornelius che lo sovrasta alla stragrande. Esce ad inizio secondo tempo per permettere a Gotti di cambiare modulo. Dal 55’ Jajalo 5.5 - Non dà quel cambio passo aspettato da Gotti.

Nuytinck 6 - Il più pulito dei centrali dell’Udinese, fa comunque tanta fatica a leggere la velocità dei tagli del Parma.

Troost-Ekong 5.5 - Partita simile ai compagni di reparto, soffre la fisicità di Cornelius e non riesce a prevaricare. Dall’80’ De Maio sv

Stryger Larsen 5 - In difficoltà sia in fase di spinta che in copertura, non propone quella gara da frangiflutti a cui ci ha abituato.

De Paul 5.5 - Soffre la posizione di Kurtic che spesso viene a giocargli sui piedi per contrastarlo. Nella ripresa prova a guidare l’assalto dell’Udinese ma è troppo spesso impreciso.

Mandragora 5 - Non gioca una brutta gara, seppur contraddistinta dai molti falli. Le più grandi occasioni però l’Udinese li ha sui suoi piedi e lui sbaglia malamente.

Fofana 5 - Non si vede praticamente mai, sopravanzato dai centrocampisti del Parma. Male anche dal punto di vista fisico dove non regge i ritmi degli avversari. Dal 74’ Nestorovski sv

Sema 5 - Delusione. Uno dei migliori del campionato dell’Udinese, non trova mai lo scatto giusto per mettere in difficoltà Darmian prima e Laurini poi.

Lasagna 6 - Ha una grande occasione ma colpisce la traversa. Per il resto tanta lotta e qualche fallo, ma contro i difensori del Parma non ha buona vita.

Okaka 5.5 - Nei primi quindici minuti anticipa tre volte Bruno Alves e Iacoponi, concludendo indisturbato. Poi, con i difensori che crescono, comincia a vederla poco e non riesce più a rendersi pericoloso.