Il sogno Europa? Era distante 25 punti. A bocce ferme resta una meravigliosa salvezza

28.05.2019 22:08 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Il sogno Europa? Era distante 25 punti. A bocce ferme resta una meravigliosa salvezza

Nel girone d'andata una parte della tifoseria, dopo i risultati positivi che si susseguivano di domenica in domenica, aveva pensato addirittura a una qualificazione alle coppe europee. Un bel sogno, cullato giusto per qualche gara nel girone d'andata, prima di tornare alla dimensione reale. Quella di un club neopromosso che, giusto tre anni prima, giocava tra i dilettanti. Adesso che il campionato è finito, si può analizzare, più per gioco che per una motivazione reale, la distanza tra i crociati e l'Europa League. 

I gialloblù, che hanno chiuso a 41 punti, sono distanti 25 lunghezze dalla Roma, sesta classificata. Anche la Lazio, a quota 59, è riuscita a strappare il pass per il continente ma vincendo la Coppa Italia. Al di là del crollo verticale dei crociati nel girone di ritorno, quindi, non sarebbe bastato nemmeno una seconda parte di stagione come la prima. Segno di quanto ancora serva lavorare per tornare così in alto. Adesso, però, è tempo di godersi una salvezza meravigliosa. Perché, guardandosi alle spalle, si capisce quanta strada questo club abbia percorso in così poco tempo.