Bolzan: "Un onore essere a Parma: qui c'è una grandissima organizzazione"

 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 563 volte
Bolzan: "Un onore essere a Parma: qui c'è una grandissima organizzazione"

Scelto insieme a mister Iori per far crescere i giovani della Primavera del Parma, Ruben Dario Bolzan ha così cominciato una nuova avventura professionale nel settore giovanile ducale, dopo diversi anni passati nelle Marche tra una squadra e l'altra. Proprio a un sito marchigiano, CronacheFermane.it, l'allenatore in seconda ha parlato della sua esperienza appena agli inizi: "Dopo tanti anni sono riuscito a tornare nel professionismo: in Argentina ho conosciuto la A e la B, ma in Italia, a parte un'esperienza al Montevarchi, ho vissuto solo il dilettantismo. E' un sogno e un onore essere a Parma, c'è aria di solidità e sicurezza, un ambiente pronto verso il salto per ciò che gli compete: la Serie A. Le differenze di allenare i giovani? Nel professionismo c'è una differente cultura del lavoro, ci sono abnegazione e sacrificio. Lavorare nello staff di una Primavera di Serie B richiede una cura maniacale per tutti i dettagli. Rispetto alle precedenti esperienze che ho fatto, qui c'è un'organizzazione diversa: è tutto accuratamente pianificato e ponderato, con strutture di primo livello. Le Marche? Mi mancano, sono legato alla provincia di Fermo. Lì ho vissuto per molto tempo e ho bei ricordi: faccio un sincero in bocca al lupo alla Fermana. Penso siano pronti per affrontare il campionato che spetta loro per storia e tradizione calcistica".