D'Aversa sugli ultimi risultati: "Ritroviamo il nostro atteggiamento. Non pensiamo di aver raggiunto l'obiettivo"

23.02.2019 14:59 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
D'Aversa sugli ultimi risultati: "Ritroviamo il nostro atteggiamento. Non pensiamo di aver raggiunto l'obiettivo"

Nella seconda parte della conferenza stampa alla vigilia di Parma-Napoli, mister Roberto D'Aversa ha posto l'accento sulle ultime gare dei crociati, e sulla ricetta per tornare a fare risultati: "Abbiamo subito troppi gol ultimamente? Questo è un dato lampante, si è concesso un po' troppo. Questo aspetto va migliorato, sotto l'aspetto difensivo e della compattezza. Soprattutto, dipende molto dalla volontà di portare a casa un risultato. Un paio di mesi fa non avremmo concesso certi gol. L'errore più grande che potremmo fare è credere di aver raggiunto l'obiettivo; poi si rischia di trascurare i dettagli, ed è proprio questo che fa la differenza. Bisogna migliorare nel lavoro settimanale, ma soprattutto ritrovare l'atteggiamento di cui parlavo prima. E' questo che ha fatto la differenza nel girone d'andata, che ci ha portato ad avere una posizione in classifica tranquilla. Ma non dobbiamo pensare di aver raggiunto l'obiettivo".

Nel girone d'andata vincevate pur non giocando bene, un po' come il Parma di Ancelotti:
"Sarebbe bello ripercorrere la carriera di Ancelotti. La critica ci sta, noi allenatori siamo sempre soggetti a critiche. Il contesto calcio è questo. La bellezza però può essere soggettiva. La prima cosa da fare è ottenere dei risultati: sotto questo profilo penso di non aver fatto male. L'importante è che si dimostri affetto nei confronti dei ragazzi. A volte la stampa sembra essere un po' troppo addosso ai ragazzi. Quest'anno, ad oggi, bisogna essere soddisfatti dei ragazzi. Bisogna sempre avere un certo equilibrio, mi piacerebbe sempre che i ragazzi venissero supportati nei momenti di difficoltà".

Avete perso anche per errori individuali ultimamente:
"Il livello di attenzione durante una partita può diminuire. Dobbiamo essere bravi, nelle difficoltà, a rimanere concentrati. Contro l'Inter abbiamo subito gol su una ripartenza: una squadra come noi non può permettersi di concedere una situazione così all'Inter. Così come non possiamo permetterci di subire una rete come il primo gol di Cagliari. Dobbiamo, insomma, ritrovare il nostro atteggiamento. Certo, c'è anche il merito della squadra avversaria; però dobbiamo eliminare gli errori che arrivano per demerito nostro. Dobbiamo concedere il meno possibile, soprattutto con le squadre più forti. Noi dobbiamo cercare di ottenere il risultato, e a questo si arriva in tanti modi. Si può arrivare con il possesso palla, e bisogna ricordarsi di avere una squadra con certe caratteristiche. Il nostro obiettivo è di giocare subito in verticale, e secondo me non significa essere meno belli. A me interessa essere efficaci, e secondo me da quel profilo c'è poco da criticare".