D'Aversa: "Non vorrei che qualcuno inconsciamente abbia mollato nella ripresa. Spero di recuperare qualche infortunato"

28.04.2019 18:13 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
D'Aversa: "Non vorrei che qualcuno inconsciamente abbia mollato nella ripresa. Spero di recuperare qualche infortunato"

Intervenuto in conferenza stampa, mister Roberto D'Aversa ha così parlato dopo il pari di Verona: "Sapevamo che la partita di oggi era molto delicata, perché il Chievo veniva dalla bella partita contro la Lazio. Non siamo partiti benissimo, ma nell'arco del primo tempo abbiamo preso campo e abbiamo controllato la partita, passando anche in vantaggio. Stranamente nella ripresa, invece di continuare sulla falsariga del primo tempo, abbiamo iniziato a concedere campo al Chievo e a perdere i contrasti. Poi non solo abbiamo buttato via la vittoria, ma abbiamo rischiato anche di perderla: è stato bravo Sepe a fare quell'intervento".

Come ti spieghi la differenza tra primo e secondo tempo? Si è trattato di un calo fisico?
"Nel giro di una settimana non si può passare da una condizione fisica ottima ad una precaria. A volte l'importanza del risultato ti porta a tenerti frenato. Qualcuno in difficoltà nel secondo tempo c'è stato, abbiamo cercato di finire la partita cambiando anche sistema di gioco e adattando Kucka come attaccante, ma in un momento di difficoltà anche numerica è difficile nel reparto offensivo cercare di migliorare, in panchina avevamo Sprocati e Schiappacasse perchè Ceravolo nel riscaldamento ha sentito un fastidio e non ce l’ha fatta. Quando devi proporre qualcosa di più a livello offensivo puoi avere delle difficoltà. Più che l'aspetto fisico, forse il problema è l'aspetto motivazionale, il fatto di pensare di aver raggiunto l'obiettivo: non vorrei che inconsciamente qualcuno abbia mollato. Ma non credo che sia questo il problema. In questo momento dobbiamo rimanere sereni e lucidi, ma è chiaro che c’è rammarico per non aver vinto e sfruttato l’occasione al massimo. Bisogna già ragionare in vista della prossima partita".

Sono due punti persi o uno guadagnato?
"C'è rammarico per essere passati in vantaggio e non essere stati bravi a vincere. Ma alla fine bisogna essere soddisfatti del punticino, poiché nel secondo tempo ha fatto meglio il Chievo e si è rischiato anche di perdere. Bisogna lavorare sugli errori e cercare di migliorare in settimana. Speriamo di recuperare qualcuno, non è semplice affrontare ogni singola partita con un tot di giocatori: alla lunga, la condizione fisica di qualcuno può scemare perché non ho modo di far rifiatare nessuno".

Gervinho e Siligardi sono apparsi un po' confusi. Cosa avevi chiesto loro?
"In fase difensiva adottavamo il 3-5-2, in fase di costruzione andavamo ad occupare le nostre solite posizioni. E' chiaro che oggi Gervinho l'ho adattato nel ruolo di punta centrale, che non è il suo ruolo".

Ceravolo ha avuto un peggioramento o si è trattato di uno stop precauzionale?
"Non lo so, dopo un minuto di riscaldamento si è fermato".

Pensi di recuperare qualcuno?
"Confidavo di avere Inglese già oggi, però purtroppo i tempi si sono prolungati: è una situazione che dovrà essere valutata giorno per giorno. E' chiaro che dobbiamo cercare di recuperare i giocatori il più velocemente possibile, perché mancano poche partite".