Ceravolo: "Salvezza una liberazione. D'Aversa ci ha caricato con un video prima del match"

19.05.2019 18:58 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
Ceravolo: "Salvezza una liberazione. D'Aversa ci ha caricato con un video prima del match"

Intervenuto in mixed zone, l'attaccante gialloblu Fabio Ceravolo ha così parlato dopo il match salvezza contro la Fiorentina: "E' stata una liberazione oggi, perché è stato un anno di sofferenza. Abbiamo fatto qualche errore, inconsciamente, nel girone di ritorno, ma ciò che conta era raggiungere l'obiettivo. E' ancora più bello averlo raggiunto davanti al nostro pubblico, in uno scontro diretto e dopo 98' di lotta".

Dopo tanti replay, ancora non si è capito chi ha toccato alla fine il pallone sul gol.
"Il calcio di punizione laterale è uno schema che proviamo. Abbiamo attaccato sia io che Iacoponi il centro della porta. Ci ho creduto e sono stato pure fortunato. Però, al di là di chi ha segnato, si è visto dall'abbraccio che il gruppo è unito. Ci meritiamo questo".

Avete patito il risultato dell'Empoli?
"No, tra primo e secondo tempo non abbiamo chiesto nulla, anche se qualcosa avevamo intuito. Volevamo la vittoria, perché sapevamo che ci avrebbe permesso di salvarci a prescindere dal risultato di Empoli. Pensavamo solo al campo".

Oggi una buona prova da parte tua.
"Sì, il campionato è lungo e c'è spazio sempre per tutti, l'importante è farsi trovare pronti. Dispiace per Inglese, perché ha fatto un campionato grandioso: lui e Gervinho ci hanno sempre fatto stare in alto con i loro gol. Però la forza di questo gruppo è che chi è stato chiamato in causa ha sempre dato il proprio apporto".

Il gol-salvezza è un po' la chiusura di un cerchio per te.
"Sì, per me è stato un gol importante, sono felice che sia stata la rete salvezza. Ma senza il supporto dei miei compagni, tutto ciò non sarebbe stato possibile. Ci piace essere ricordati per aver lottato in ogni gara e non per il gol-salvezza".

Avete temuto in qualche momento di non farcela?
"No, perché abbiamo fatto un buon primo tempo, al di là delle occasioni della Fiorentina. Noi eravamo più pimpanti, volevamo la vittoria più di loro e si è visto".

Nella tua personale hit parade, dove collochiamo questa salvezza con la maglia del Parma?
"Questa salvezza la metto sul podio, anzi, la metto al primo posto perché dietro ci sono tanti anni di gavetta. Sono felice".

D'Aversa vi ha detto qualcosa nello spogliatoio?
"Ci ha fatto un discorso pre-gara, ci ha caricato. Ci ha fatto vedere anche una mini-clip, facendoci rivivere momenti belli e meno belli. Poi, entrando in campo, ci siamo visti circondati dai colori gialloblu ed è stato tutto più semplice".