Bruno Alves: "Gran risultato in casa della Juventus, vogliamo continuare così. Contento di aver rinnovato"

05.02.2019 16:30 di Alessandro Tedeschi Twitter:   articolo letto 866 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Bruno Alves: "Gran risultato in casa della Juventus, vogliamo continuare così. Contento di aver rinnovato"

Lunga intervista per Bruno Alves ai microfoni di Sky, presenti oggi al Centro Sportivo di Collecchio. Prima domanda sul compleanno di Cristiano Ronaldo, a cui il portoghese risponde così: "Ho già fatto gli auguri a Cristiano stamattina, gli auguro di avere tanta felicità nella sua vita, perchè lo conosco bene da tanto tempo, so da dove viene e quanto ha fatto nella sua vita. Vedendo dove è arrivato, è un vincente, gli auguro davvero il meglio".

Come nasce la vostra amicizia?
"Sono più vecchio di lui, ma ero in U21 quando ci siamo conosciuti. Era già molto forte, giocava sotto età con noi. Abbiamo giocato insieme Europeo e Olimpiadi, poi in Nazionale 11 anni di fila, ci conosciamo davvero da tanto tempo. Lo conosco bene anche fuori dal campo, è molto divertente e sorridente. E' una fonte di ispirazione per tutti in Portogallo".

C'è stato qualche volta in cui lo hai ripreso o tirato un po' le orecchie?
"Io sono un po' più grande di lui, ma è arrivato prima di me in Nazionale maggiore. Era già una star e abbiamo cominciato ad essere amici in campo e fuori, non sono mai stato duro con lui, ci siamo aiutati a vicenda. E' una persona molto onesta ed educata".

Siete anche andati in vacanza insieme?
"Dopo la vittoria dell'Europeo 2016 siamo andati in vacanza con le famiglie, è stato un bel periodo dopo aver vinto uno dei trofei più importanti che si possano vincere. Ci siamo davvero divertiti".

Si è arrabbiato per non aver vinto il Pallone d'Oro?
"Sicuramente! Perchè lo meritava, ma questo lo motiverà ancora di più per quest'anno"

Come l'hai visto sabato?
"Sono abituato a giocare contro di lui per via degli allenamenti in Nazionale ma quando preparavo questa partita pensavo che sarebbe stata una guerra. Abbiamo parlato prima e dopo il match, è un amico che sono contento di avere. Ho fatto del mio meglio per non farlo segnare, con me non ha vinto contrasti aerei. Ma ha dimostrato di essere il più forte. Per noi è stato un gran risultato anche se avremmo voluto provare a vincere. Vogliamo continuare così".

Bruno Alves è molto importante per questo Parma e ora hai rinnovato il contratto:
"Si, ho rinnovato per un altro anno. Per me era importante tornare in Italia, Parma è un club storico in cui hanno giocato tanti campioni conosciuti nel mondo. Volevo portare la mia esperienza, sono molto felice di poter aiutare la squadra. E' importante questo rinnovo, sento riconosciuti gli sforzi fatti".

Poteva essere complicato venire in Italia, sia per te che per Ronaldo?
"E' stata una mia scelta, la mia esperienza a Cagliari era stata buona. Era importante per me tornare in Italia, so che posso portare tanta esperienza a questa squadra. La Serie A è complicata, ma stiamo dando tutti il massimo. Ora tutti pensano che possiamo dare sempre di più, dobbiamo crederci in ogni partita. Ronaldo ha fatto una sua scelta di andare alla Juventus, vuole dimostrare di essere il migliore".