PL - Castellini: "L'organico crociato può sopperire alle assenze. A Genova sarà una bella partita"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
12.12.2018 21:10 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
PL - Castellini: "L'organico crociato può sopperire alle assenze. A Genova sarà una bella partita"

Interpellato da ParmaLive.com, l'ex difensore gialloblu Marcello Castellini ha così parlato del match di domenica scorsa tra Parma e Chievo: "La formazione clivense occupa l'ultima posizione in classifica, ma oggi è un'altra squadra rispetto a quella di inizio stagione: non è facile affrontare i ragazzi di Di Carlo. E' chiaro che in queste partite uno cerchi sempre di fare i tre punti, però oggi non esistono gare semplici, perciò non parlerei di due punti persi. Non ne farei una tragedia".

Domenica si affrontano Samp e Parma, due sue ex squadre. Che gara si aspetta?
"Secondo me sarà una bella partita, entrambe le squadre giocano bene. La Samp è in ripresa, il Parma sta attraversando un buon periodo: io credo ci siano tutti i presupposti affinché sia una bella giornata di sport. Sia i blucerchiati che i crociati sono allenati da tecnici molto bravi, mi aspetto un match molto intenso".

La sfortuna continua ad abbattersi su D'Aversa, il quale deve sempre fare i conti con diverse assenze. A Genova potrebbe mancare anche Bruno Alves:
"D'Aversa è stato sfortunato anche l'anno scorso, già in B ha dovuto fare i conti con diversi infortunati. Parliamo di giocatori importanti: Gervinho, in particolare, sta facendo la differenza. Spero che queste assenze non pesino tantissimo, però sono cose che possono capitare durante l'anno. Attenzione però, perché a volte nell'emergenza una squadra riesce a compattarsi e a dare il meglio di sé. Tra l'altro credo che l'organico del Parma sia organizzato ed equilibrato, quindi può sopportare anche assenze di questo tipo".

A gennaio ricomincia il mercato. Secondo lei il Parma dovrà intervenire? Se sì, dove?
"Io credo che tutti abbiano bisogno di ritocchini, Parma compreso. E' chiaro che bisognerà valutare l'entità degli infortuni e capire le prospettive, le possibilità. Prendere tanto per prendere, rischiando di incrinare uno spogliatoio unito come quello del Parma, non ha alcun senso. Credo ci vogliano innesti mirati".

Dove può arrivare questo Parma?
"Il Parma è una società ambiziosa, in pochissimo tempo è tornata nel calcio che conta: questo è sinonimo di professionalità e bravura. Non era assolutamente scontata una scalata del genere. Io credo che le ambizioni siano importanti, danno degli stimoli. L'obiettivo dev'essere raggiungere la salvezza in maniera tranquilla: una volta centrato questo traguardo, perché no, la squadra potrebbe tentare di ottenere qualcosa in più. L'organico per tentare un exploit di questo genere c'è, però non bisogna dimenticare che il campionato di A è lungo e difficile".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA