Kucka sarà il quarto slovacco della storia del Parma: Gresko il primo, Haraslin l'ultimo

15.01.2019 16:03 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 1095 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Kucka sarà il quarto slovacco della storia del Parma: Gresko il primo, Haraslin l'ultimo

Manca solo l'ufficialità, ma Juraj Kucka sta per diventare un nuovo giocatore del Parma. Il centrocampista, che, ricordiamo, arriva dal Trabzonspor, sarà peraltro il quarto giocatore di nazionalità slovacca della storia del sodalizio crociato. Kucka arriva a Parma anche per cercare di invertire la tendenza: sin qui, infatti, gli slovacchi non hanno avuto grandissima fortuna nel capoluogo emiliano. L'apripista, per così dire, fu il terzino sinistro Vratislav Gresko, passato alla storia più che altro per la sua infausta prestazione del celeberrimo 5 maggio 2002, quando vestiva la maglia dell'Inter. Proprio nella stagione successiva, Gresko passò al Parma senza lasciare il segno (cinque presenze in campionato).

Tra il 2012 e il 2014, invece, a Parma giocò un giovane portiere slovacco: Pavol Bajza, impiegato perlopiù come "dodicesimo" alle spalle di Antonio Mirante. Per lui, quattro presenze in campionato in due anni, con cinque gol subiti. Attualmente milita in Danimarca, tra le fila del Vejle.

L'ultimo "crociato slovacco" in ordine temporale è invece Lukas Haraslin, che ha lasciato Parma solamente nel 2015 (con il doloroso fallimento degli emiliani), dopo essere arrivato nel Ducato nel 2013. Per il classe '96 molte soddisfazioni con la maglia della Primavera crociata, in cui è stato allenato anche da una leggenda come Hernan Crespo; Haraslin ha anche assaggiato la Serie A, con due apparizioni nella stagione 2014/2015. Nel suo caso, è un peccato che l'avventura con il Parma non sia continuata - per cause di forza maggiore - visto che aveva dato l'idea di possedere buone potenzialità. Attualmente gioca nei polacchi del Lechia Gdansk ed è uno dei giocatori più interessanti della Nazionale slovacca Under 21.