Verso Parma-Juve: tante conferme ducali, tanti ballottaggi bianconeri

21.08.2019 22:15 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Verso Parma-Juve: tante conferme ducali, tanti ballottaggi bianconeri

Novanta giorni dopo, il Parma ritorna in campo per giocare un match di campionato. In Serie A, vista la salvezza ottenuta nella stagione precedente. E dopo aver chiuso con una big, ossia la Roma, i crociati ripartono da un'altra big, la più forte d'Italia al momento. La Juventus, reduce da otto scudetti consecutivi, riprenderà la sua corsa dal "Tardini". Dall'altro lato i gialloblù, che si sono rinforzati in estate dopo un mercato molto più ricco rispetto all'annata precedente, proveranno a tendere un nuovo tranello ai bianconeri, provando a bissare l'incredibile 3-3 ottenuto nella prima parte del 2019 in quel di Torino.

LE ULTIME DA PARMA - Il successo convincente sul Venezia, unito alla quasi certa mancanza di Kucka, che anche oggi ha lavorato a parte, dovrebbero portare D'Aversa a scegliere nuovamente l'undici che ha battuto i lagunari. Nel "solito" 4-3-3, pronti al debutto in A con i crociati Laurini in difesa, Hernani e Brugman in mediana e Kulusevski in avanti. Con Karamoh pronto a entrare a gara in corso. A centrocampo, insieme alle due new entry, anche l'inossidabile Barillà che dovrebbe superare un Grassi non ancora al 100%. Davanti, insieme all'atalantino, ovviamente agirà la coppia gol Inglese-Gervinho.

LE ULTIME DA TORINO - Indisponibilità inusuale per gli ospiti, che dovranno rinunciare al proprio mister, vista la polmonite che ha colpito Sarri e che porterà Martusciello al debutto da allenatore alla guida della Juventus. Investiti in pieno dal mercato, soprattutto in uscita, i bianconeri hanno un rebus tutto da risolvere in attacco. Chi sarà la spalla di Cristiano Ronaldo? Dybala sembra il favorito, con Higuain alle sue spalle e il terzo sempre più vicino alla cessione. Da capire chi giocherà dei nuovi acquisti: a centrocampo ci sarà Rabiot mentre Ramsey si gioca una maglia con Khedira, mentre in difesa un paio di ballottaggi: Danilo-De Sciglio, col primo più avanti, e Bonucci-De Ligt, con l'olandese che potrebbe anche partire dalla panchina.