Verso Parma-Genoa: duello Dermaku-Gagliolo per sostituire Alves, 3-5-2 o 4-3-1-2 per i liguri

19.10.2019 20:56 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Verso Parma-Genoa: duello Dermaku-Gagliolo per sostituire Alves, 3-5-2 o 4-3-1-2 per i liguri

Dopo la sosta per le nazionali, Parma e Genoa tornano in campo con in testa lo stesso obiettivo: cancellare gli ultimi risultati negativi e tornare a muovere la classifica. Particolarmente delicata è la situazione della squadra rossoblù, la quale sin qui ha ottenuto molto meno rispetto a quanto si potesse ipotizzare alla luce del valore della rosa: in caso di nuovo ko, mister Andreazzoli rischia seriamente l'esonero. Ad arbitrare la contesa del Tardini, il cui inizio è fissato per le ore 18, sarà il signor Paolo Valeri della sezione AIA di Roma 2, coadiuvato dagli assistenti Stefano Del Giovane di Albano Laziale e Alessandro Lo Cicero di Brescia, e dal quarto ufficiale, Alessandro Prontera di Bologna.

LE ULTIME DA PARMA - Il recupero di Darmian sembrava aver messo fine alla maledizione infortuni, e invece neanche stavolta Roberto D'Aversa avrà a disposizione l'intera rosa: oltre al lungodegente Laurini, infatti, non ci sarà nemmeno capitan Bruno Alves, che nell'ultimo allenamento ha rimediato una lesione distrattiva muscolare al bicipite femorale: per il ruolo di centrale accanto a Iacoponi, a questo punto, è testa a testa tra Dermaku e Gagliolo, col primo attualmente in leggero vantaggio sull'italo-svedese. Abbondanza in mezzo al campo per l'allenatore crociato, che fino all'ultimo valuterà chi affiancare a Kucka (due tra Brugman, Scozzarella, Barillà ed Hernani resteranno in panchina).

LE ULTIME DA GENOVA - Emergenza difesa per Andreazzoli, che probabilmente, per il reparto arretrato, si affiderà all'inedito trio composto da El Yamiq, Zapata e Goldaniga. Le corsie laterali saranno occupate da Ghiglione e da uno tra Pajac e Barreca, mentre in mezzo al campo agiranno Schone, Radovanovic e Lerager. In attacco, confermatissimo Kouame, il quale dovrebbe essere affiancato dal recuperato Pinamonti (occhio però alle più che valide alternative Favilli e Sanabria). Da non escludere l'opzione 4-3-1-2, con Pandev che, in quel caso, ricoprirebbe il ruolo di trequartista.