Verso Parma-Fiorentina, Rigoni out, Pezzella in forte fubbio

17.05.2019 20:51 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Verso Parma-Fiorentina, Rigoni out, Pezzella in forte fubbio

Una sfida storica per il calcio italiano che non vale più un posto in Champions League ma è fondamentale per la lotta salvezza. Parma e Fiorentina, domenica pomeriggio al “Tardini”, si sfideranno per mantenere la Serie A. Una possibilità, quella della retrocessione, che era sembrata pura fantascienza finì a poche settimane fa, visto che i due team nel girone d’andata erano in corsa per l’Europa League. Ma l’exploit dell’Empoli, unito al forte calo di gialloblù e viola, ha portato a una classifica pericolosissima per entrambi i team, soprattutto se i toscani continueranno a vincere. A due giorni dalla sfida, le ultime dai due schieramenti.

QUI PARMA - Una brutta notizia e una in parte buona per mister D’Aversa dopo l’allenamento di oggi. Di negativa c’è la condizione di Luca Rigoni, rimasto a riposo a causa di un trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Ulteriori accertamenti sono previsti nei prossimi giorni ma, intanto, il centrocampista è costretto ad alzare bandiera bianca per la sfida di domenica. Al contrario, Juraj Kucka sta recuperando velocemente dal proprio problema, al punto da eseguire, quest’oggi, una parte del lavoro con il gruppo. Continuando così, sarà possibile vederlo in campo contro i viola. Cresce l’attesa, infine, per rivedere in campo Roberto Inglese dopo la bella prestazione personale contro il Bologna. Lui e Gervinho giostreranno in attacco, molto probabilmente in un 5-3-2.

QUI FIORENTINA - Mister Montella pensa a uno schieramento offensivo per la sfida in terra emiliana, con un 4-3-3 che possa cavarlo fuori dagli impicci. In difesa, però, resta il grande dubbio legato a capitan Pezzella, acciaccato e che potrebbe alzare bandiera bianca. Oggi comunque l'argentino ha lavorato in gruppo, dotato della maschera protettiva come già negli scorsi giorni. Senza di lui si andrà verso la conferma della difesa che ha perso contro il Milan, con il dubbio tra Laurini e Ceccherini oltre a quello, a centrocampo, tra Fernandes e Veretout. In avanti “solito” tridente con Mirallas, Muriel e Chiesa.