Porta inviolata, non accadeva da tre mesi: ora si attendono conferme dal reparto difensivo

14.03.2019 13:19 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Porta inviolata, non accadeva da tre mesi: ora si attendono conferme dal reparto difensivo

La vittoria di sabato scorso contro il Genoa è stata importante non solo perché ha permesso al Parma di fare un ulteriore balzo in classifica e di avvicinarsi in maniera ancora più considerevole alla salvezza, ma anche perché, dopo diverso tempo, la squadra ducale non ha subito reti. L'ultima volta in cui Sepe ha lasciato la propria porta inviolata è stato poco meno di tre mesi fa, il 26 dicembre scorso, quando grazie ad un gol di Inglese i gialloblu riuscirono ad espugnare Firenze. Da allora sono arrivati otto turni difficili per la difesa emiliana, che ha incassato la bellezza di 19 gol (2,4 a partita): un po' troppo per una squadra che nel girone d'andata ha avuto proprio nell'efficacia della fase di non possesso uno dei suoi punti di forza. Ora però, Bruno Alves e compagni, galvanizzati dalla bella partita col Grifone, sono pronti ad invertire la rotta per il finale di stagione: servirà tuttavia la mano di tutti, non solo della retroguardia, per tornare a diventare una delle formazioni più organizzate e rognose in fase difensiva.