La Corte d'Appello bacchetta la Procura: "Perché avete aperto l'inchiesta 21 giorni dopo?"

09.08.2018 16:08 di Sebastian Donzella  articolo letto 5546 volte
© foto di Valeria Bittarelli
La Corte d'Appello bacchetta la Procura: "Perché avete aperto l'inchiesta 21 giorni dopo?"

La Corte d'Appello se la prende con la Procura Federale. Pierluigi Ronzani, membro della commissione giudicante, ha chiesto agli 007 della FIGC delucidazioni sui ritardi: "Avete ricevuto la segnalazione sui messaggi di Calaiò prima della partita, avete mandato i vostri delegati sul campo per la gara, ma poi avete aperto l’inchiesta soltanto ventuno giorni dopo. Perché? Dovevate intervenire prima". Questa la replica della Procura: "Non stiamo discutendo sul fatto che la gara sia stata alterata o meno, ma sul tentato illecito. E in ogni caso noi abbiamo rispettato i tempi previsti dal codice per l’indagine". L'intera discussione processuale è stata riportata da SportFace.it.